Il decalogo per chi va in vacanza all'estero

27 luglio 2010
News

Il decalogo per chi va in vacanza all'estero



Avviso per i vacanzieri in partenza dalla Società italiana di medicina del turismo, che raccomanda una prevenzione mirata, una mini-farmacia da viaggio, e maggiore attenzione all'alimentazione e ai possibili rischi di malattie. Gli italiani che si accingono a partire per una vacanza all'estero saranno accompagnati da un decalogo elaborato dagli esperti all'insegna della sicurezza. «Il viaggiatore - ricorda Walter Pasini, presidente della Società, in una nota - deve accettare il fatto di essere responsabile della salute e della sicurezza propria e delle persone che viaggiano con lui». Ecco dunque i consigli dell'esperto: individuare ogni tipo di potenziale rischio e consultare un medico esperto di sanità internazionale prima del viaggio; seguire con scrupolo le raccomandazioni del medico (vaccinazioni, eventuale chemioprofilassi antimalarica, ecc); portare sempre un kit di pronto soccorso e una mini-farmacia da viaggio; portare il Passaporto sanitario realizzato dalla Società italiana di medicina del turismo; pianificare bene il viaggio prima della partenza; avere un'adeguata copertura assicurativa; avere particolare cura nei confronti di bambini o anziani in viaggio; rispettare le tradizioni, la cultura e l'ambiente del Paese ospitante; mantenere un comportamento sessuale responsabile; segnalare prontamente qualsiasi malattia al ritorno.


Potrebbe interessarti
Impetigine, come comportarsi?
Infanzia
08 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Impetigine, come comportarsi?
Gli screening neonatali saranno realtà in tutta Italia
Infanzia
04 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gli screening neonatali saranno realtà in tutta Italia
Vacanze estive, genitori in crisi?
Infanzia
27 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Vacanze estive, genitori in crisi?
L'esperto risponde