Piccoli benefici con omega-3 in gravidanza

25 ottobre 2010
News

Piccoli benefici con omega-3 in gravidanza



Uno studio australiano mette in dubbio i benefici dell'integrazione con acido docosaesaenoico (Dha, acido grasso della serie omega 3) in gravidanza sui livelli di depressione postpartume sulla salute del bambino. I ricercatori hanno monitorato 2.399 donne in gravidanza che hanno assunto integratori contenti 800 mg di Dha oppure capsule di olio vegetale che non li conteneva, fino alla nascita del bambino. Nei primi sei mesi dal parto non sono state riscontrate differenze tra i due gruppi nel numero di casi di depressione postpartum e nello sviluppo motorio e nel comportamento socio-emotivo del bambino. Gli unici benefici osservati con la supplementazione, ma non particolarmente importanti erano un piccolo-modesto aumento della durata della gestazione e un numero più basso di bambini in terapia intensiva neonatale. Alla luce di questi benefici alcuni esperti continuano a consigliare l'integrazione con gli omega 3 alle donne incinta (200 mg/giorno di Dha) o diversamente di includere nella dieta pesci a elevato contenuto di omega 3 ma con la garanzia che non contengano elevati livelli di mercurio.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
L'esperto risponde