L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

06/06/2005 12:50:36

Operarsi o no !

Nel Luglio dello scorso anno sono dovuto ricorrere al pronto soccorso perchè accusavo dei foti dolori al fianco sinistro.
Dolori che poi sono scomparsi solo dopo aver fatto una serie di iniezioni al cortisone. Ho comunque fatto in seguito degli accertamenti e dalla risonanza magnetica è risultato che ho una discopatia L4-L5 e L5-S1 con dischi intersomatici ipointensi nelle sequenze T2 pesate e ridotti in altezza e comunque una marcata protrusione.
Sino a due settimane fa ho continuato ad avere tutti i giorni dolore soprattutto al mattino, sino a quando appunto due settimane fa mentre ero a casa a riposo senza fare alcuno sforzo, sono praticamente rimasto bloccato dal forte dolore tanto da dover ricorrere nuovavente al pronto soccorso.
Lì mi hanno nuovamente confermato d'avere un'ernia e prescritto nuovamente iniezioni di cortisone.
Durante il periodo delle iniezioni il dolore è quali scomparso, ma è ricomparso come prima subito dopo la serie di iniezioni al cortisone. I medici con cui ho parlato sin'ora mi hanno consigliato di portare un busto (cosa che sto già facendo con scrsi risultati) e di fare della ginnastica appropriata e di evitare l'intervento perchè i rischi sono maggiori dell'esito positivo dell'intervento stesso.
La mia domanda è la seguente: ho 43 anni e faccio l'operaio.
E' davvero rischioso l'intervento? Devo davvero a questa età stare attento a quello che faccio o vale la pena sottoporsi (cosa che vorrei io vorrei fare) per eleiminare per sempre il problema? In queste condizioni non me la sento di andare avanti.
Se vale la pena sottoporsi all'intervento, dove posso contattare un buon centro o un buon chirurgo?
Sono della provincia di Como.
Vi prego di rispondermi perchè sono davvero disperato.



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/06/2005

Bisognerebbe visionare le immagini NMR per eventualmente decidere la migliore strategia terapeutica anche chirurgica.
Non mi descrive bene i Suoi sintomi, ma mi par di capire che la terapia conservativa finora attuata non Le ha dato gran beneficio.
L'intervento di ernia del disco non è rischiosa se eseguita da persona con sufficiente esperienza e dà risultati eccellenti edefinitivi.
I colleghi che Le hanno prospettato alti rischi evidentemente non si occupano di questo tipo di chirurgia.
Non si possono dare indicazioni, in questa rubrica, su un Centro o un medico specifici, ma nella Sua zona Le posso suggerire l'Ospedale di Gravedona, di Como e di Lecco.
Mi faccia sapere che decisioni prenderà e cosa Le avranno consigliato i Colleghi consultati.
Cordialità

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra