Colite ulcerosa

29 agosto 2017

Colite ulcerosa



Indice


Definizione


Malattia infiammatoria cronica intestinale caratterizzata dall'infiammazione e l'ulcerazione degli strati più interni della parete del grosso intestino, spesso nelle sue parti terminali (retto e sigma). Raramente viene interessato l'intestino tenue.


Cause


La cause della colite ulcerosa non sono note. L'ereditarietà e una risposta immune esagerata dell'intestino possono contribuire alla sua comparsa: si ritiene infatti che, come il morbo di Crohn, la colite ulcerosa rientri nell'ambito delle patologie autoimmuni dell'intestino.


Sintomi

La colite ulcerosa si manifesta prevalentemente intono ai 30 anni di età, con attacchi di diarrea sanguinolenta, crampi addominali e febbre. Queste riacutizzazioni della malattia iniziano il più delle volte gradualmente con urgenza di evacuare e lievi crampi all'addome e possono durare giorni o settimane. Nelle forme più gravi, l'emissione di feci acquose miste a sangue e muco si accompagna a disturbi generali, come febbre, tachicardia, anemia, perdita di forze e di appetito, diminuzione delle proteine circolanti e squilibri elettrolitici.


Diagnosi

L'infiammazione a livello della parete dell'intestino può venire diagnosticata con esami endoscopici limitati al sigma e al retto (sigmoidoscopia) o estesi a tutto il colon (colonscopia). La colonscopia può essere necessaria per stabilire l'estensione della malattia. Utile anche l'esame l'esame radiologico con clisma opaco a doppio contrasto.


Cure

Il trattamento della colite ulcerosa mira a ridurre l'infiammazione e a controllare la diarrea e le emorragie. Le forme moderate e lievi possono essere curate con la somministrazione per via rettale (supposte, clismi) o per bocca di aminosalicilati, come mesalazina o sulfasalazina. Nei casi più gravi, che richiedono il ricovero in ospedale, si ricorre al trattamento con corticosteroidi (prednisone, prednisolone) o con farmaci immunosoppressori (mercaptopurina, ciclosporina, azatioprina). L'anticorpo monoclonale infliximab è indicato nei casi refrattari alle altre terapie. Le forme di colite ulcerosa che non migliorano con la terapia farmacologia possono richiedere l'intervento chirurgico di asportazione del colon malato.


Cure complementari

Segnalato il ricorso alla fitoterapia, all'omeopatia, ai fiori di Bach e all'agopuntura. Tuttavia, le forme gravi di colite ulcerosa possono indurre complicanze anche fatali e richiedono l'intervento del medico.


Alimentazione

Per ridurre i sintomi di questo disturbo è molto più utile seguire una dieta a elevato contenuto di fibre e di cereali integrali. Frutta e verdura crude vanno evitate per limitare l'infiammazione dell'intestino. Una dieta priva di prodotti caseari può ridurre i sintomi. I grassi saturi e idrogenati sono tra le sostanze più difficili da digerire; inoltre, possono determinare l'insorgere di contrazioni muscolari. Limitare l'assunzione di caffeina, bevande gassate e alcolici, che irritano il tratto digerente, e bere ogni giorno molta acqua per migliorare la funzionalità del tratto intestinale.



Vedi le patologie di:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie



Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Mal di viaggio: sintomi e rimedi
Stomaco e intestino
03 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mal di viaggio: sintomi e rimedi
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Stomaco e intestino
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
L'esperto risponde