L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

06/09/2005 11:45:22

Pressione bassa e alterazioni del campo visivo

Soffro da sempre di cefalee di moderata intensità e frequenza, e di pressione bassa. Nel corso dell'ultimo mese ho notato dei piccoli disturbi al campo visivo, in particolare ho notato che fissando oggetti immobili e grandi come il pavimento o una parete, una piccola porzione dell'oggetto in questione viene come "risucchiata" nel vuoto, o è in leggero contrasto o movimento rispetto al resto. Dopo essermi sottoposta a visita cardiologica, durante la quale sotto condizioni di stress fisico il sintomo si è manifestato nuovamente, mi è stato consigliato di visitare un medico generale, anche se il cardiologo ritiene si tratti di pressione bassa e stress generale. Il medico generale, pur non riscontrando nessuna anomalia, si è detto non del tutto convinto dell'ipotesi del cardiologo, e mi ha consigliato di fare degli esami di sangue o una TAC nel caso in cui il fenomeno aumenti di intensità. Aggiungo inoltre che mia madre, la quale soffre da sempre di pressione molto bassa, manifesta problemi simili al campo visivo, anche se cio'che lei "vede" è leggermente diverso da cio'che "vedo" io: il mondo che gira all'improvviso, sedie o tavoli che "escono" dal campo visivo come accentuate. Sono una persona molto ansiosa, e cercando su internet ho trovato varie informazioni sull'adenoma ipofisario, che, in caso di macroadenoma, puo'premere sul chi Asma ottico, provocando alterazioni del campo visivo. Avendo paura di fare una TAC, volevo inoltre sapere quali sono le probabilità di identificazione di una patologia del genere (o qualunque possa essere la patologia in questione) tramite delle analisi di sangue, specialmente in caso di un adenoma non secernente ormoni, e quindi cromofobico.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del09/09/2005

Gentole Lettrice,
molto probabilmente i Suoi disturbi hanno solo origine ansiosa, (in effetti Lei dice che i sintomi si sono talvolta presentati in situazioni di stress); tuttavia, se è stata avanzata l'ipotesi di un adenoma ipofisario, per escluderla DEVE fare una TAC con mezzo di contrasto (se non è allergica), in modo da escludere questa patologia o comunque anche per avere una paura in meno: Lei cerca su Internet, si fa venire delle ansie tremende e poi rifiuta di fare un esame semplicissimo (è come scattare una serie di foto!) che per noi neurologi è quasi come una radiografia del torace per gli altri Colleghi? Non indugi e non creda di poter fare diagnosi utilizzando strumenti non idonei (esami del sangue ecc., dosaggi ormonali), tanto, chiunque abbia il minimo dubbio in proposito le chiederebbe comunque una TAC.

Cordialmente


Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)


Risposta del11/09/2005

La pressione bassa può dare "offuscamento del visus" (visione oscurata o a macchie), soprattutto se dalla posizione sdraiata ci si alza rapidamente. I disturbi visivi di cui lei parla sembrano comunque essere diversi.
Per capire meglio di che si tratta e tranquillizzarsi le consiglio una visita oculistica ed una visita neurologica - da un neurologo esperto di cefalee (per effettuare una diagnosi precisa del tipo di Cefalea di cui soffre visto che alcune forme di Cefalea possono dare disturbi del campo visivo).
Penso che il neurologo le consiglierà anche uno studio del campo visivo e dei potenzial evocati visivi.
Se le venisse consigliata o volesse fare una neuroimmagine per tranquillizzarsi, ricordi che, nel suo caso ed alla sua età, è consigliabile una Risonanza Magnetica e non una TC.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Risposta del11/09/2005

Gentile signora,
Le consiglierei di sottoporsi ai seguenti esam:
1) Campo visivo, le cui caratteristiche già possono indirizzare verso la localizzazione di un sospetta patologia dell'encefalo
2) La Risonanza con gadolinio
L'esame TAC con contrasto non ha alcuna controindicazione, tanto meno per la giovane età, salvo il caso dovesse essere in stato di gravidanza.

Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra