L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

25/10/2005 18:55:55

Pronatore rotondo

Salve, sono stata operata al tunnel carpale e pronatore rotondo,vorrei sapere più o meno i tempi di guarigione completa,e quale tipo di fisioterapia è più indicata,visto che chi mi ha operata non mi ha dato nessuna idicazione.E' possibile che dopo 15 gg. dall'intervento non riesca in nessun modo a estendere il braccio?e se non prendo degli antidolorifici ho dei dolori tremendi.grazie e complimenti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del28/10/2005

Gentile signora,
non riesco a capire cosa è stato fatto al muscolo pronatore rotondo! Nell'intervento per sindrome del tunnel carpale si sezione il legamento trasverso del carpo che è responsabile solitamente della compressione del nervo mediano e quindi della sintomatologia. Nella zona del tunnel carpale è presente il muscolo pronatore quadrato, ma, oltre ad essere situato più in profondità, non viene interessato dalle manovre chirurgiche e non vi è necessità che lo sia.
Detto questo, Lei non riesce ad estendere il braccio, l'avambraccio o il polso ?
Una riduzione dei movimenti nel primo mese dall'intervento è abbastanza normale, non dovrebbero invece essere normali dolori più forti di quelli che eventualmente l'hanno condotta all'intervento.
Abbia ancora pazienza qualche settimana, e se non ci sono controindicazioni, dopo aver sentito il Suo medico, assuma per 4-5 giorni del cortisone.
Ci faccia sapere
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Risposta del28/10/2005

Gentile signora,
non riesco a capire in che modo e perchè è stata operata al "pronatore rotondo". Nell'intervento per tunnel carpale viene sezionato il legamento trasverso del carpo che è il responsabile della compressione del nervo mediano in quella zona e quindi della sintomatologia dolorosa.
In questa sede esiste il muscolo pronatore quadrato ma, oltre ad essere situato in profondità, non viene e non deve essere interessato dall'intervento.
Detto questo, Lei non riesce a estendere il braccio,l'avambraccio o il polso? Nel primo mese circa questi disturbi possono essere normali, un pò meno se perdura la sintomatologia dolorosa che l'ha condotta all'intervento.
Abbia pazienza qualche settimana e, se non vi sono controindicazioni, consultato il Suo medico, assuma per 3-4 giorni del cortisone.
Ci faccia sapere
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra