L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

19/01/2005 21:57:09

Sindrme del tunnel carpale

Dopo un evento traumatico che mi ha procurato la frattura del radio e dell'ulna del polso destro, a distanza di due mesi, mi è stata diagnosticata con elettromiografia la sindrome del tunnel carpale di entita' "modesta"; la sintomatologia comprende formicolio persistente alla mano con parestesie notturne dolorose delle dita e scosse al dito medio.
vorrei un parere sulle terapie medico-chirurgiche del caso.
saluto cordialmente e ringrazio

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/01/2005

La sindrome del tunnel carpale è dovuta alla compressione del nervo mediano nel canale del carpo al polso. Il canale del carpo è un passaggio il cui "pavimento" è costituito dalle ossa del carpo (8 ossa a livello del polso) e il "tetto" da un legamento che passa a ponte su queste ultime. Un evento traumatico può restringere tale canale e determinare lo schiacciamento del nervo. Le cause possono però essere molteplici e anche non traumatiche. Dopo la diagnosi (nel suo caso già correttamente effettuata) le principali terapie comprendono l'applicazione di un palmare da portarsi la notte od un intervento chirurgico, mentre le terapie farmacologiche non portano a risultati definitivi. L'indicazione all' intervento dipende dall'entità della compressione e dalla valutazione della sintomatologia ed è, ovviamente, di competenza specialistica. L'entità dei Suoi disturbi (che sembrano rilevanti) contrasta un po' con la valutazione ENG di "entità modesta" della sindrome che Le è stata diagnosticata. Dovrebbe rivolgersi a preferenza ad un chirurgo specializzato in Chirurgia della Mano.

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
PIETRA LIGURE (SV)


Risposta del22/01/2005

Concordo pienamente con quanto detto dal Collega, infatti dai sintomi descritti sembra che si tratti di fenomeni irritativi intensi e pertanto, degni di essere presi in considerazione per un'intervento di decompressione del nervo mediano. Dovrebbe rivolgersi o a un chirurgo della mano, o a un neurochirurgo, o ad un chirurgo plastico o ortopedico.
Cordiali saluti

Dott. Gaspare Francesco Montemagno
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
AUGUSTA (SR)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra