L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

16/05/2008 23:30:51

Sindrome ansiosa depressiva

Dopo una miomectomia per la quale ho avuto tanta paura ede' stato evento improvviso ho cominciato ad avere ansia la pischiatra mi ha prescritto xanax e citalopra xanax ne prendo mezza pastiglia a giorni alterni.La pischiatra non ha intrapreso nesun intervento piscologico solo qualche consiglio tipo fare uncinetto ricamare e ha ritenuto inutile che io andassi da una piscologa.Sono molto migliorata pero', quando entro nei negozi(LI HO AVUTO IL MIO PRIMO PROBLEMA D'ANSIA)Mi tremano le gambe mi gira la testa perche' penso oddio se mi sento male, comunque continuo ad entrarci anche se con un certo disagio perche' non voglio evitare.Allo stesso modo se parlo con una amica a cui ho parlato dell'intervento (poiche' non so perche') l'ho voluto tacere quasi a tutti, comincio ad avere sensazione di perdere l'equilibrio alcune volte mi succede anche quando parlo con mia madre che coabita con me o con i miei suoceri non voglio farmi vedere che sto eventualmente male.Insomma ho incamerato una grande paura primo perche' dopo 2 giorni dalla scoperta del fibroma mihanno operata e un medico di botto miha detto che potevano togliermi l'utero,poi assumere piscofarmaci andare dalla pischiatra per la prima volta mi ha impaurito.Ora, cosa posso fare per stare meglio, per tornare a stare dentro un negozio tranquillamente, per scacciare la paura.Io vorrei andare da una piscologa non per scavare , maper parlare miomarito, medico e' contrario vuole solo che mi svaghi. Lei cosa mi consiglia?Vorrei qualche consiglio pratico dellaterapia cognitiva per esempio per entrare tranquillamente nei negozi.Mi aiuti sono pronta ad impegnarmi , a fare di tutto per scacciare queste mie insicurezze e paure.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/05/2008

E' comprensibile che vi sia la presenza dei disturbi da lei indicati, anche in presenza di una terapia farmacologica specifica. Potrebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta esperto nell'ambito della psicotraumatologia per risolvere la situazione. Può guardare sul sito emdritalia per avere indicazioni sugli specialisti presenti nella sua zona.

Dott. Mauro Milardi
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Specialista in Psicologia
ANCONA (AN)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra