L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

16/10/2006 12:28:59

Sindrome ossessiva non compulsiva

Buongiorno,
Le volevo chiedere se nel caso di una diagnosi di sindrome ossessiva non compulsiva la prescrizione del cipralex può essere d'aiuto visto che è un farmaco per curare le depressioni gravi. il farmaco è stato prescritto a mia sorella 30 anni con una prospettiva di cura di soli 4 mesi, la malattia è allo stadio iniziale e lei continua a lavorare e vivere da sola conducendo una vita + o meno "normale" . il farmaco non è troppo potente? e sopratutto se non ha la depressione perchè curarla con un antidepressivo potente?
grazie m.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/10/2006

Il cipralex è un ottimp farmaco e tra l'alto molto ben tollerato. Non so cosa leio intenda per "potente": i farmaci a mil avviso si dividono in necessari o non necessari, in utili o inutili.Quindi la "potenza" di un farmaco va valutata sulla persona reale, non in teoria. Se una persona sana di cuorte prende un farmaco per il cuore rischia di morire, ma un malato di cuore quel farmaco salva la vita. Così è per gli psicofarmaci: se non sono necessari fanno male, ma se sono necessari salvano la persona , cioè la mettono nella condizione di vivere senza sofferenza e con normalità.
Comunque il cipralex è indicato nei disturbi ossessivi.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Risposta del19/10/2006

Il cipralex è un ottimp farmaco e tra l'alto molto ben tollerato. Non so cosa leio intenda per "potente": i farmaci a mil avviso si dividono in necessari o non necessari, in utili o inutili.Quindi la "potenza" di un farmaco va valutata sulla persona reale, non in teoria. Se una persona sana di cuorte prende un farmaco per il cuore rischia di morire, ma un malato di cuore quel farmaco salva la vita. Così è per gli psicofarmaci: se non sono necessari fanno male, ma se sono necessari salvano la persona , cioè la mettono nella condizione di vivere senza sofferenza e con normalità.
Comunque il cipralex è indicato nei disturbi ossessivi.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra