L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

03/02/2006 16:31:08

Soffio al cuore

Sono una persona celiaca apparentemente in salute per quanto riguarda il cuore. Ho 39 anni e nel corso della mia vita ho fatto sport vari mai a livello competitivo e non in modo continuato (calcio, nuoto, tennis, jogging, racchettoni sulla spiaggia,e da più di un anno palestra body building e sala cardio – macchinari per corsa e varie attività aerobiche).Durante la visita per la leva militare (nel lontano 1984) mi venne riscontrato un soffio al cuore con la dicitura militare di AC:3 (che non so esattamente cosa significa – probabilmente una sorta di classificazione).Mi venne fatta una visita specialistica cardiologica ,non ricordo esattamente di che tipo (se solamente un’ elettrocardiogramma o anche ecocardiogramma), all'ospedale militare Celio di Roma per approfondire il controllo (dichiarato appunto abile arruolato con soffio al cuore).Sul libretto sanitario scrissero "soffio olosistolico eiettivo rude 3-4/6 sul punto di EtG (oppure E+G o E+6 perchè non è ben leggibile)(documentandomi su internet ho visto che EtG potrebbe essere ecotomografia giusto?)irradiato ai vasi del collo. Da allora ho avuto una vita senza problemi e con le attività sportive che sopra ho descritto non avendo più pensato a quella diagnosi (fino ad ora me ne ero completamente dimenticato) e solo sentendo riparlare di soffio al cuore ci ho ripensato. Sono stato iscritto diverse volte in palestra ed ho fatto quindi diverse volte l’elettrocardiogramma ma mai sotto sforzo. L’ultima volta che mi sono iscritto (cioè quella attuale) ho anche detto al medico della palestra che mi stava facendo l’elettrocardiogramma, di avere un soffio al cuore e lui ascoltando con lo stetoscopio lo ha confermato senza battere ciglio, dichiarandomi abile per praticare un’attività sportiva dove abitualmente sollevo 80 kg di panca con i pettorali! A distanza di anni dalla prima diagnosi di soffio al cuore e senza avere avuto mai disturbi di nessun tipo mi chiedo: il mio soffio al cuore necessità di un approfondimento perché non se ne conosce la natura oppure il fatto stesso che finora non mi ha dato mai problemi è segno che non devo preoccuparmi e posso tranquillamente continuare le mie attività sportive e non senza preoccuparmi per gli sforzi eccessivi?A volte mi era parso sedendomi e poggiando la schiena su uno schienale rigido di sentire i miei battiti del cuore muovermi appena sulla schiena, da quando ci penso mi pare di sentire il mio cuore battere anche se ad un ritmo normale. E' solo suggestione o è normale avvertire il proprio battito quando si è fermi e rilassati? Non le nascondo che sono un po’ preoccupato e sicuramente in ansia non solo per questo motivo ma anche perché mio padre ha avuto 20 giorni fa degli attacchi riconducibili ad un TIA (cerebrale) che mi hanno molto scioccato e continuano a procurarmi molta preoccupazione anche se lui pare stare sempre meglio e prende le medicine opportune (non è rimasto paralizzato è perfettamente autonomo e solo lievemente più lento nel parlare ma perfettamente lucido). Al momento attuale ho sospeso la palestra da 20 giorni (cioè da quando mio padre è stato male). Aggiungo inoltre che ora sento anche dei dolorini minimi davvero leggerissimi intorno al cuore (sotto l’ascella sinistra, attorno alla clavicola, e a volte al centro del petto) accompagnati anche da movimenti intestinali di aerofagia proprio appena sotto il cuore, e ora mi chiedo se è davvero tutta suggestione e ansia accumulata per lo spavento preso per mio padre. Mi scuso per la lunghezza eccessiva del testo e vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/02/2006

Se è molto preoccupato, l'unico modo per tranquillizzarsi è quello di fare una visita cardiologica con ecocardiogramma.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra