L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

12/11/2007 20:36:59

Tracheite


Sono un ragazzo di 24 anni alto 1.9m e peso quasi 80Kg, soffro di frequentissimi mal di gola praticamente da sempre:

Già alla nascita, mi ricorda mio padre, ebbi la febbre alta....poi mal di gola frequenti e basse difese immunitarie finoa 8 anni circa quando contrassi la mononucleosi in maniera abbastanza forte, poco dopo mi tolsero le tonsille e adenoidi, ho avuto un periodo di 2-3 anni di tregua e poi fino a circa 4 anni fa ho avuto mal di gola, difese basse, reuma test alto, VES alta, febbri 39-40° con durata anche di piu di una settimana , TUTTI I MESI . Ovviamente mi hanno bombardato di antibiotici ecc...Ho fatto visita a otorini, ematologi e anche da una psichiatra per escludere la possibilità di una somatizzazione psicologica. ed è risultato " tutto ok...solo una tracheite cronica..." più o meno è stata questa la risposta

Poi ho conosciuto un iridologo-omeopata di Genova, il quale mi ha un po rimesso in sesto, mi ha visto che avevo ovviamente la gola messa male, la parete della vescica e parte dell'intestino "deteriorata"( lo dico io perchè non so il termine preciso ) a causa degli antibiotici, inoltre avevo non so cosa al cuore.... Ho seguito , devo dire con non troppa assiduità le cure impartite, e ora gli esami del sangue sono perfetti rimane solo il fatto che mi ammalo con la stessa frequenza con il vantaggio che le febbri sono basse, massimo 38-38,5° e meno durature 3-4 giorni max.
La parete della mia trachea è cosparsa di bubboni rossi, questi già da credo 4 anni fa, mi hanno detto che sono le ghiandole linfatiche che cercano di fare il lavoro delle ex tonsille. E' vero?
Io credo, visto che gli esami del sangue sono perfetti, sia un problema di sensibiltà del tessuto della gola. Giusto? Io lavoro in ufficio quindi non sono sottoposto a freddo o al caldo a parte quella cavolo di aria condizionata che io odio ma mi basta veramente poco..o un goccio di aria condizionata o un po di freddo improvviso, o una notte insonne ecc.. per farmi arrosare la gola... poi se mi va bene magari mi si arrossa soltanto se no.... via a letto con la febbre.
Che cosa posso fare?
Ha uno specialista da consigliarmi, se possibile in Toscana?
La prego di risopondermi perchè anche se magari è una banale malattia "...mal di gola..." mi costringe a letto quei 3-4 giorni al mese se non di più e il datore di lavoro ok è una brava persona ma magari anche a lui prima poi le palle gli si pienano...
Grazie

Cordiali Saluti
T.A.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/11/2007

Il suo è un duplice problema: il primo è legato alle sue tonsilliti, decapitate con l'intervento e il secondo relativo all'uso degli antibiotici. Quello che deve fare è riequilibrare il suo sitema immunitario attraverso un corretto bilanciamento della flora intestinale, correzione dello stato delel sue mucose e utilizando dei nosodi che "resettino" la memoria immunitaria. Sarà utile, a mio avviso e sulla base di quanto mi scrive, anche qualche seduta di neuralterapia per eliminare il campo di disturbo delle cicatrici della tonsillectomia.
In Toscana non conosco Colleghi. Cordialità Dr Giampaolo Adda Milano

Dott. Giampaolo Adda
Medicina generale convenz.
Pubblica amministrazione
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
Specialista in Medicina dello sport
MILANO (MI)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra