L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

21/09/2004 14:42:34

TROMBOSI VENOSA PROFONDA

Mi è stata diagnosticata una trombosi venosa profonda alla vena poplitea del polpaccio sinistro.Mi è stato prescritto SELEDIE 11.400 UI antiXa/0,6 ml somministrato per via sottocutanea per 12gg ed interrotto ieri, da 7gg prendo COUMADIN (il dosaggio varia in base all'esito dell' IRN, esame a cui vengo sottoposta ogni 3/4gg) ed indosso una calza elastica monogamba .Ho riscontrato dei notevoli miglioramenti nella zona (scomparsa del gonfiore e del dolore) ma essendomi spaventata moltissimo ho paura che possa partire un embolo e finire ai polmoni.C'è questa eventualità anche se sono sotto terapia anticoaugulante ?Purtroppo sono abbastanza ansiosa ed a volte mi sembra di sentire un pò di affanno ma forse e solo agitazione per quello che mi è successo.Come faccio a capire se si tratta di vero e proprio affanno ?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del26/09/2004

La terapia da lei eseguita è quella giusta e la protegge dall'eventuale embolia polmonare.
Farei a 1 mese dalla diagnosi un ecodoppler del circolo venoso.
E vista la giovane età farei una valutazione ematologica (specialista della coagulazione) per valutare la presenza di fattori di rischio correlati alla tombosi venosa

Cordialità

Dott. Alessandro De Troia
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata



Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra