L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

14/05/2007 21:27:09

Un consiglio

Ho un carissimo amico al quale e' stata fatta la diagnosi di delirio,e' sotto cura farmacologica da svariati anni con periodi di alti e bassi,e di conseguenza anche i dosaggi dei farmaci non sono mai costanti.Io penso(lui dice che non seve a nulla)che la cura farmacologica dovrebbe essere accompagnata da una terapia di sedute psichiatriche per capire da dove e' nato il problema.Lei cosa ne pensa a riguardo?La ringrazio in anticipo per la risposta.I

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/05/2007

All'origine delle patologie deliranti vi sono sempre anche alterazioni del funzionamento di strutture cerebrali. Perciò i farmaci sono assolutamente necessari. Concordo però nel dire che queste persone andrebbero anche sostenute con incontri e attività finalizzate al recupero delle abilità relazionali che il delirio ha deteriorato. Infatti la moderna psichiatria si muove su questo duplice binario: farmaci e riabilitazione psicoterapeutica.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra