L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infanzia

06/04/2007 12:17:49

Vaccino antiepatite

Ho fatto il vaccino antiepatite a mio figlio che ha 9 anni, con i vari richiami, circa sei mesi fa' ho fatto fare alcune analisi, compresi i markers dell'epatite e sono usciti tutti negativi anche il valore HBsAB come mai?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del09/04/2007

Gentile signora più che i markers vanno ricercati gli anticorpi contro i vari antigeni dell' Epatite per documentare la sieroconversione dopo profilassi attiva ossia con la vaccinazione;
Non è molto frequente ma si dà per certo che alcuni soggetti ( circa il 5% ) pur se sottoposti a regolare vaccinazione non sieroconvertono e cioè non sviluppano gli anticorpi; sono i coddetti " non respoders".

Si tratta di un fenomeno del tutto naturale e previsto, del resto succede ogni volta che un Bambino viene a contatto con affetti da malattie cosiddette infettive e pure non si ammala ossia non contrae la stessa malattia.
Questo dimostra che per la suscettibiltà a contrarre una determinata forma morbosa non è sufficiente la semplice esposizione o il contatto e ciò dimostra che spesso in Medicina 2+2 non fa 4 ma ci sta un "quid " che rende tuto più affascinante o complicato dipende dai punti di vista per questo il Mio lavoro viene spesso definito "ars medica ".

A questo punto cosa bisogna fare ? se gli esami sono stati eseguiti in un centro affidabile e tutto risulta negativo occorre praticare una dose rinforzata cioè più altodosata di richiamo vaccinale e sperare nella sieroconversione.

Auguri e cordiali saluti.

Dott. Antonio Urbano
Pediatra convenzionato
Specialista in Pediatria e Neonatologia


Risposta del09/04/2007

Con molta propabiltà suo figlio fa parte di quella piccola schiera dei cosiddetti "non repsonders " ossia una percentuale di soggetti stimamile in circa il 5% della popolazione che pur se regolarmente vaccinata non sieroconvertono ossia non sviluppano immunità per quella determinata malattia;
In ogni caso vanno ricercati non i markers dell' Epatite ma gli anticorpi contro i vari antigeni per documentare l'avvenuta sieroconversione dopo profilassi attiva cioè tramite la vaccinazione.

Il fenomeno di cui stiamo parlando è del tutto naturale e noto ; del resto si verifica ogni qualvolta un bambino viene ha contatto con affetti dalle cosiddette malattie infettive e non contrae la stessa malattia;
da ciò deriva l'affermazione che spesso in Medicina 2+2 non fa 4 poichè s'intromette un "quid" che rende più affascinante o complicato il nostro lavoro ; dipende dai punti di vista e non a caso spesso (oggi meno) il nostro lavoro veniva definto "Asr-Medica";
Tutto ciò a dimostrazione che la suscettibilità a contrarre una determinata forma morbosa non basta la semplice esposizione o il contatto;
Cosa fare? : se gli esami sono affidabili nella risposta occorre praticare una dose di rinforzo vaccinale e sperare in una sieroconversione.

Dott. Antonio Urbano
Pediatra convenzionato
Specialista in Pediatria e Neonatologia


Altre risposte di Infanzia







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra