L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

14/02/2008 22:13:56

VOGLIO MORIRE

SALVE DOTTORE.HO 23 E DA 5 ANNI SE NON PIù SOFFRO DI DEPRESSIONE.SONO STATA DA UNA PSICOLOGA PER CIRCA UN ANNO E STAVO MEGLIO MA NON BENE.POI HO RICOMINCIATO A STAR MALE COSI IL MIO MEDICO MI HA DATO L'ENTACT.MA STAVO SEMPRE MALE.SONO ANDATA DA UNO PSICHIATRA PER 3 MESI CHE MI HA DATO IL CIPRALEX CHE HO PRESO PER 6 MESI E MI HA FATTO STARE MEGLIO COSì L'HO SMESSO.ADESSO A DISTANZA DI 10 MESI STO DI NUOVO MOLTO MALE E SEMPRE PIù CONVINTA DI VOLER MORIRE PERCHè PENSO NON CI SIANO VIE USCITE MA CHE STARò MALE TUTTA LA VITA.IO NON SO VERAMENTE CHE FARE.STO MALE E NON MI INTERESSA PIù NIENTE.SONO MOLTO APATICA.VADO A SCUOLA OLTRE CHE LAVORARE E SONO VERAMENTE STANCA.MI SONO ATTACCATA A UNA MIA INSEGNANTE IN UN MODO TROPPO FORTE INFATTI OGNI VOLTA CHE LA VEDO ANDARE VIA PIANGO E MI SENTO ABBANDONATA,E NON MI SEMBRO NORMALE.E POI LA PENSO SEMPRE E VORREI CHE STESSE SEMPRE CON ME.IO HO UNA MADRE MA NON CI PARLO MOLTO.HO PAURA DI ESSERE PAZZA.SECONDO LEI SONO PAZZA?COSA DEVO FARE PER TROVARE UN PO' DI SERENITA'?PERCHè IO MI ODIO TANTO.GRAZIE.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/02/2008

salve. ho letto con attenzione questo intervnto e mi sento di rispondere subito che non è assolutamente vero che potrebbe essere malata per tutta la vita. casi come il suo ne ho incontrati diversi. deve secondo me essere scomposto in una serie di vari problemi che, non avendo trovato soluzione, hanno portato ad una sfiducia totale nella vita. Ma andiamo per ordine: è possibile che sia stata sua madre a non farla sentire protetta e seguita come avrebbe dovuto ed ecco perchè questo bisogno di attenzione. Per caso lei è secondogenita? Certo la psicologa che l'ha seguita non ha compreso che il suo bisogno prioritario era quello di rivedere con serenità i rapporti con i membri della sua famiglia..la figura del padre sembra assente. Per caso i genirei sono separati? ed ancora: nella sua infanzia - adolescenza c'è qualche episodio di abuso o di tentato abuso? Questo potrebbe spiegare l'odio per se stessa... Comunque non solo i farmaci possono farla stare bene, e credo sia necessaria una buona psicoterpia... Stia certa: non è pazza e deve solo comprendere meglio cosa è accaduto nella sua mente negli anni precedenti. E tutto troverà una soluzione. Se vuole mi dia altri particolari

Dott. Paolo Bonarrio
Pubblica amministrazione
Specialista attività privata
Specialista in Neuropsichiatria infantile


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra