L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

23/12/2006 07:54:21

X il Dr. Palmieri

Egr. Dottore il mio neurologo presso il quale sono in cura per una forma ansioso-depressiva dopo 8 mesi di utilizzo di Citalopram 30MG, valutata la mia situazione ha deciso di alzarmi il dosaggio dello stesso farmaco, considerate la mia eta' (37) e la mia stazza (181 cm X 85 kg) a 40MG/die.
Senonche' dopo 3 giorni di utilizzo a 40mg mi e' venuta una fortissima nausea, voglia di non mangiare e stanchezza fisica (la stessa sintomatologia che ebbi a inizio trattamento) e non capisco preche' dato che utilizzo il farmaco da ben 8 mesi seppur a dosaggi minori. Ora ho riportato di dosaggio a 30mg anche perche' vorrei passare le feste perlomeno un po' serene e vorrei riprovare a innalzare la dose a inizio anno, ma per evitare ancora ulteriori effetti collaterali cosa mi consiglia? Magari associare un po' di benzodiazepine nella prima fase di assunzione del farmaco a 40mg?
Vorrei chiederLe infine un consiglio: la mia psichiatra presso la quale svolgo psicoterapia da ben 4 anni prescrive farmaci; non pensa che dovrei seguire solo la psichiatra dato che i ruoli di neurologo e psichiatra sono sonstanzaialmente sovrvapponibili almeno cosi' non rischierei di fare confusione. Grazie per la risposta

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/12/2006

Potrebbe anche essere che è stato deluso dall'aumento del dosaggio (magari si aspettava una riduzione dopo tanti mesi). Se tollera bene 30 mg continuerei così. se proprio sid eve aumentare, può essere un'idea associare una benzodiazepina per un breve periodo.
rispetto alla doppia figura neurologo-psichiatra, dovrebbe sentire dalla psichiatra. alcuni psichiatri psicoterapeuti preferiscono che i farmaci li diano altri per concentrarsi meglio sulla psicoterapia, mentre altri non hanno problemi. personalmente distinguo da caso a caso. quindi ne parli con la psichiatra.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra