L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

02/03/2006 22:31:28

Acufeni

Dopo 25 anni di esposizione lavorativa 8 ore al giorno per 26 giorni al mese, ad un rumore continuo di circa 100 db, con picchi di 140 o piu ogni 30 secondi, oggi che ho cambiato lavoro, soffro di ronzii continui, soffi, fischi e campane che mi coprono almeno il 25 percento dei suoni o del parlato.
Ad un esame audiometrico mi si evidenzia una perdita di alcune frequenze.
Posso ridurre in qualche modo tali acufeni ?
Grazie della risposta e del servizio.
Gianni da Trieste

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/03/2006

Gli acufeni in effetti sono un grande scoglio, di una grande difficoltà, comunque potrebbe essersi determinato un danno del nervo:
gangliosidi GM1 IgG e IgM
GD1b IgG e IgM
GQ1b IgG e IgM
sulfatidi
anti-MAG
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-STREPTOCHINASI
cANCA
pANCA
ENA (Ab ati nucleo specifici)
AMA (Ab anti mitocondrio
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Risposta del07/03/2006

con un danno già ormai consolidato la terapia per attenuare gli acufeni non è semplice e dopo gli esami fatti non resta che provare con un cortisonico di lunga durata per un certo periodo e verificare ed eventualmente cambiare prodotto. Da mia personale esperienza in presenza di tale fenomeno , però in fase acuta ed immediata,l'unica terapia è il trattamento cortisonico. Un buon otorino che studi il fenomeno in modo sperimentale potrà forse darle un magggiore aiuto. Comunque provi innanzitutto la terapia che le ho suggerito. auguri

Dott. alessandro romano
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Specialista in Odontoiatria
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra