L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

19/05/2006 07:52:18

ADENOPATIA

SALVE DOTTORE, 1 mese fa, toccandomi il collo ho scoperto di avere dei linfonodi ingrossati (cmq penso di averli avuto da molto tempo), il mio medico curante mi ha prescritto un emocromo con formula e il ves. Dalle analisi non e' emerso nessuna anomalia, i valori erano tutti nella norma. Non contento dopo 2 settimane ho effettuato un ecografia al collo che ha riscontrato un linfonodo di 27 mm e un altro di 21 mm, entrambi di tipo reattivo, inoltre ho una ghiandola salivarie ingrossata, molto vicino al linfonodo piu' grande. Da quando ho scoperto questi linfonodi mi e' venuto come un nodo in gola, piu' un mal di gola e delle vertigini. Volevo sapere visto le dimensionI IMPORTANTI DEL LINFONODO, se è possibile escludere malattie gravi, e se possibile fare nuovi accertamenti per capire cosa mi sta succedendo. Dimenticavo, dal test fatto diversi anni fa, erano presenti gli anticorpi della mononucleosi.
La prego di aiutarmi, e di indicarmi una figura specialistica a cui rivolgermi.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/05/2006

“Dimenticavo, dal test fatto diversi anni fa, erano presenti gli anticorpi della Mononucleosi .” Dimenicava forse la cosa più importante, che risolve il suo problema, la Mononucleosi , senbra che ci sia una epidemia.
Il virus di Epstein-Barr è veramente pericoloso, ma purtroppo molto sottovalutato, ha la possibilità di nascondersi al sistema immunitario e di cominciare a provocare danni, soprattutto in questo, nei linfonodi.
I linfonodi laterocervicali sono molto caratteristici, della prevalenza di sede per questo virus. Ogni volta che si presenta la Mononucleosi , bisogna accertarsi esattamente che il virus venga portato fuori dall’organismo. Le terapie, in medicina biologica, sono molteplici, ma vanno accertate accuratamente, e devono essere incisive. Va eseguito uno studio approfondito sulla presenza del virus. Questo comincia a dare segni della sua presenza, ma prima di provocare guai seri, occorre molto tempo. Per cui un intervento tempestivo è sempre necessario. Con questa metodica, si possono prevenire molte malattie importanti. Purtroppo la medicina convenzionale, non solo lo trascura, ma non conosce nessuna teapia per informare e aiutare il sistema immunitario a portarlo via.
Saluti



Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra