L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

07/01/2008 19:10:31

Calcolo allla coliciste

Da un esame ecografico si e' rilevato: "colecisti parzialemente settata, a pareti regolari lievemente ispessite e presentante nel contesto del lume piccola formazione calcolotica del diametro di 13 mm. mobile nei vari decubiti dela paziente. regolare il decorso e calibro della vena porta e della VBP.Flusso portale normo orientato ed epatopeto. Non alterazioni ecostrutturali di tipo focale a carico del pancreas e della milza visualizzati, che appaiono normo conformati." Sono una donna di anni 53. Non ho sintomi ed il medico curante mi ha consigliato oltre alla dieta la somministrazione una compressa al giorno di 150 mg. di acido ursodesossicolico per un periodo di 6 mesi. Decorso il quale ripetere l'ecografia per riscontrare gli effetti di eventuale dissolvimento del calcolo. Attendo fiduciosa un Suo illuminatoi parere., Grazie anticipate.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/01/2008

La dissoluzione dei calcoli con acido ursodesossicolico avviene solo nel 30% dei casi. II dosaggio da Lei utilizzato è inssufficiente; dovrebbe essere di circa 8-10 mg/kg di peso corporeo, assunti preferibilmente la sera dopo cena. Le dimensioni del calcolo tuttavia, a mio avviso, rendono molto problematica la sua dissoluzione. Se entro 6-12 mesi non dovesse esservi alcuna variazione nelle dimensioni del calcolo, il trattamento può essere sospeso.

Dott. Massimo Vincenzi
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Medicina dello sport
Specialista in Medicina interna
Specialista in Scienza dell'alimentazione


Risposta del10/01/2008

Sono perfettamente d'accordo con il Collega che ha già risposto : il calcolo è troppo grosso per essere sciolto e probabilmente è già calcificato. Inoltre, il dosaggio consigliato è insufficiente.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra