L'efficacia dello scovolino

18 ottobre 2017
Igiene dentale, TePe

L'efficacia dello scovolino





È comune associare alla pulizia dei denti l'uso dello spazzolino, meglio se 2 volte al giorno, magari combinato a un buon dentifricio. Ma non tutti sanno che lo spazzolino raggiunge solo il 60% della superficie dei denti e che rimuove solo il 42% della placca.
Se a questo poi si aggiunge la sentenza dell'igienista che ci elenca le problematiche emerse, ecco traballare la convinzione che tempo e modalità adottati finora siano sufficienti per la salute della nostra bocca.

"Le superfici del dente sono 5 e per pulirle correttamente è indispensabile usare anche altri strumenti oltre allo spazzolino - spiega Francesca De Siena, igienista dentale e Direttore attività professionalizzanti per il corso di laurea di igiene dentale, Università degli Studi di Milano - Anche tra i miei pazienti è diffuso credere che per migliorare l'igiene orale lo strumento da aggiungere allo spazzolino, anche se non quotidianamente utilizzato, sia il filo interdentale. Ma anche in questo caso è la ricerca scientifica a confermare che è lo scovolino interdentale in grado di rimuovere meglio la placca batterica e circa i 19 miliardi di batteri presenti negli spazi interdentali."

Proprio così: il valore aggiunto è dato dall'utilizzo dello scovolino interdentale. Si tratta di un piccolo spazzolino caratterizzato dalla presenza di un'anima attorno alla quale sono presenti delle setole in grado di raggiungere gli spazi tra i denti, adattabili a spazi stretti e larghi. La scarsa igiene o la mancata rimozione della placca può provocare la comparsa delle più comuni patologie della bocca come carie e malattie gengivali.

"Lo scovolino risulta essere più efficace rispetto al filo anche perché più semplice da utilizzare - continua De Siena - È necessario scegliere correttamente la dimensione dello scovolino secondo gli spazi interdentali che, in alcuni casi, va abbinato all'uso del filo.
Da preferire lo scovolino rivestito interamente da setole per una maggiore pulizia; meglio se ha il collo flessibile e la punta arrotondata così da evitare traumi.
Per spiegare il valore di una pulizia dello scovolino utilizzo spesso il paragone con quello delle mani.
Lavare solo 2 o 3 delle superfici dentali e non tutte e 5, ovvero anche tra i denti (dove non arriva lo spazzolino) equivale a lavare le mani sul dorso e palmo, ma non tra le dita)."

I risultati di una corretta pulizia interdentale sommata alle evidenze scientifiche, sono elementi che invitano i consumatori a modificare le abitudini di tutti i giorni nell'igiene orale. Ma dal momento in cui viene suggerita la pulizia dei propri denti dopo i pasti principali, come fare se almeno un pasto viene consumato fuori casa senza le comodità del proprio bagno?

"La novità è un piccolo strumento che ricorda lo scovolino, pratico e intuitivo proprio perché da utilizzare rapidamente fuori casa dopo i pasti. Lo definirei forse un "primo soccorso" per il cibo intrappolato nei denti che ci mette a disagio magari al termine del pasto - continua De Siena - Non sostituisce certo lo scovolino, ma offre un supporto utile a fastidiosi depositi, aiutando a ridurre infezioni, sanguinamenti gengivali o rischio di sviluppare carie".

Prendersi cura della propria igiene orale è importante, perché una buona salute orale contribuisce al benessere generale e preserva il mantenimento della dentatura per il futuro.
È per questo che TePe, l'azienda made in Sweden leader europea nel settore della pulizia interdentale, da oltre 50 anni si occupa di studiare prodotti per l'igiene orale. È presente nelle farmacie e parafarmacie e in alcuni drugstores, con la gamma di scovolini TePe. Si tratta di una linea composta da ben 9 differenti misure (ciascuna con un colore diverso) sviluppati grazie alla collaborazione di esperti professionisti odontoiatri. Il collo è flessibile per garantire un accesso migliore e l'innovativo look del cappuccio permette di proteggere igienicamente la testina e di estensione del manico, per una presa più agevole.

Dal 2015 si è affiancato alla linea per la pulizia interdentale TePe EasyPick™, uno stick interdentale pratico per le situazioni fuori casa. È in grado di raggiungere agevolmente anche gli spazi tra i denti posteriori, grazie alle larghe lamelle in silicone e al nucleo della parte pulente stabile flessibile.
La comoda impugnatura antiscivolo consente movimenti sicuri e controllati.
Dedicare qualche minuto in più alla pulizia interdentale (che sia in casa o fuori casa) significa essere un po' più attenti alla routine di igiene orale quotidiana.
Perfezionare questa tecnica significa preservare denti e gengive, aggiungendo solo qualche minuto in più al giorno. Ma ne vale davvero la pena, soprattutto quando saremo seduti sulla poltrona del dentista.



I prodotti di Igiene dentale (17)


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde