Scheda patologia

Leucemia

Leucemia - Definizione

Tumori del sangue che colpiscono il midollo osseo, caratterizzati dalla proliferazione maligna delle cellule del sangue o dei loro precursori. Possono essere di tipo linfoide (quando il tumore colpisce i linfociti o le cellule della linea linfoide) o mieloide (quando invece la trasformazione riguarda le cellule della linea mieloide, granulocita e monociti). Inoltre, si classificano leucemie acute e croniche, queste ultime ad andamento lento e progressivo. Tutte le forme di leucemia provocano l'invasione del midollo osseo e la diminuzione delle cellule del sangue che normalmente vi vengono prodotte (globuli bianchi, globuli rossi e piastrine).

Leucemia - Cause

La causa di molte leucemie non è nota. L'esposizione a radiazioni ionizzanti e ai farmaci chemioterapici e alcune malattie ereditarie (come la sindrome di Down) possono favorire la comparsa di leucemie. Per particolari tipi di leucemie è stata ipotizzata un'origine virale.

Leucemia - Sintomi

In tutte le forme di leucemia, la sintomatologia è dovuta essenzialmente alla diminuzione delle normali cellule del sangue: possono comparire infezioni anche gravi (per la mancanza di cellule immunitarie), anemia (per carenza di globuli rossi) ed emorragie (dovute alle diminuzione delle piastrine). Altri segni e sintomi sono la debolezza, il pallore, il dolore alle ossa e l'ingrossamento della milza e del fegato. Le forme acute compaiono improvvisamente e, se non trattate, possono essere rapidamente fatali. Le forme croniche a volte rimangono asintomatiche per molto tempo.

Leucemia - Diagnosi

La diagnosi, sospettata sulla base della sintomatologia e dell'esame obiettivo, viene confermata attraverso esami di laboratorio, prevalentemente l'esame del sangue periferico (emocromo) e del midollo osseo (prelevato attraverso un agoaspirato) per identificare le cellule tumorali e definirne le caratteristiche. Altri test utili sono le indagini radiologiche (ecografia, TAC, RMN) per valutare l'ingrossamento di fegato e milza e l'eventuale coinvolgimento di altri organi.

Leucemia - Cure

Le leucemie vengono trattate con combinazioni di chemioterapici, diverse a seconda del tipo di malattia. In particolare nelle forme che colpiscono i bambini, questi possono essere molto efficaci e portare anche alla guarigione completa. Nei casi recidivati o con prognosi particolarmente negativa si ricorre al trapianto di midollo osseo, generalmente da un donatore consanguineo.

Leucemia - Cure alternative

Non sono proponibili cure alternative per queste patologie.

Leucemia - Alimentazione

Durante la chemioterapia, bere molti liquidi aiuta a eliminare le tossine dall'organismo e a mantenere un'adeguata idratazione. Per evitare l'insorgere di infezioni, non consumare alimenti crudi quali carne, pesce, uova o latticini e prestare particolare attenzione al lavaggio delle verdure e della frutta. Anche queste ultime andrebbero consumate cotte nei periodi di maggiore compromissione delle difese immunitarie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



AREE INTERESSE: Tumori , Circolazione sanguigna

Cerca nel dizionario medico:


 Italiano     Inglese