L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

03/12/2004 10:09:31

Denti

Égià la terza volta che mi si caria un dente il dentista lo cura devitalizzandolo dopo un anno circa lo stesso si spezza, potrebbe essere mancanza di qualche vitamina o di cosa?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/12/2004

Penso che se il dente si rompe, questo è dovuto alle dimensioni della lesione cariosa, infatti è stato necessario dover procedere con la sua devitalizzazione, vista la profondità, poi un dente se devitalizzato e sempre un po più debole, quindi non è la carenza di qualche vitamina ma bensì non bisogna arrivare a lesioni cariose molto estese, penso che se la cosa continua sia necessario procedere con una corona protesica.

Dott. Roberto Candini
Medicina generale convenz.
Odontoiatra


Risposta del06/12/2004

un dente devitalizzato è un dente morto, quindi più fragile; se inoltre, come mi sembra di aver intuito, è parzialmente distrutto, per evitare che si rompa ulteriormente, col rischio di doverlo poi estrarre, è meglio incapsularlo.

Dott. roberto turolla
Odontoiatra
MILANO (MI)


Risposta del07/12/2004

Una risposta ce la potrebbe dare lei stesso .
Innanzitutto dcendoci qual'è il dente in causa e se ce ne sono altri nelle stesse condizioni.
La sua domanda è leggittima : perchè proprio quel dente si è cariato e spezzato e non uno adiacente o superiore .
Bene volgendo lo sguardo alla medicina bioenergetica si può vedere che ogni dente è accoppiato ad un organo e secondo il Prof. Cignetti di Roma anche ad una particolare emozione .
A prima vista tutto ciò potrebbe apparire strano ma l'esperienza quotidiana mi porta a dire che il più delle volte c'è una correlazione .
Di certo , soprattutto se ci sono numerosi radicali liberi le vitamine soprattutto se assunte come complesso possono far del bene . Ma non ci ha detto se è fumatore o meno .
Aspettiamo notizie più dettagliate .

Dott.ssa Giuseppe Sperandeo
Medico Ospedaliero


Risposta del09/12/2004

La devitalizzazione di un dente si rende necessaria quando la Carie si complica (cioè arriva a ridosso della polpa dentaria). In queste circostante la sempilce otturazione non basta e per tale motivo bisogna rimuovere il nervo. Questa terapia potenzialmente espone a due tipi di problemi:
1) il dente tende a scurirsi
2) il dente diventa più debole e per questo motivo con il carico masticatorio si può spaccare (questo è dovuto anche al fatto che il dente devitalizzato non è sensibile e per tale motivo non si riesce a percepire l'entita della forza masticatoria a cui viene sottoposto).
Il consiglio che in genere viene dato quando si devitalizza un dente è quello di rivestirlo (a termine della terapia) con una CORONA PROTESICA oro/ceramica

Dott. Salvatore Scotto Di Clemente
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Odontoiatra
BACOLI (NA)


Risposta del09/12/2004

Mi trovo d'accordo con il collega Candini, aggiungendo che abitualmente è bene prima rinforzare la struttura dentale residua (perno-moncone, ricostruzione con perno prefabbricato metallico o in fibra, ecc) e poi procedere all'inglobamento del tutto sotto una corona protesica.

Dott. Corrado Orlandi
Odontoiatra
PESCARA (PE)


Risposta del09/12/2004

La frattura dell'elemento dentario già minato da Carie e successivamente devitalizzato dipende dalla fragilità propria dell'elemento sottoposto a devitalizzazione. E' buona norma ridurre al minimo le possibilità di frattura ricorrendo ad otturazioni estese o a ricostruzioni protesiche.
La frattura dell'elemento dentario devitalizzato non è riconducibile ad alcuna carenza vitaminica e/o alimentare.


Dott. Sergio Nucci
Specialista attività privata


Risposta del14/01/2005

Un dente trattato con terapia restaurativa prima e con terapia canalare poi presenta sempre un certo rischio di andare incontro a frattura (sia essa della sola porzione coronale che anche della porzione radicolare) a seconda della localizzazione della ricostruzione.
Come anche gli altri colleghi hanno precisato è opportuno provvedere al rinforzo dell'elemento dentario dapprima con un perno ( a seeconda di quelli adatti al caso in questione) e quindi ad una protesizzazione fissa con una capsula ( preferibilmente in oro-ceramica).
Ma prima di procedere a questo passo è anche opportuno valutare che lei non presenti delle alterazioni della funzionalità masticatoria che possono determinare un eccesso di carico su alcuni elementi, al fine di ripristinare una funzionalità ottimale.

Dott. Alessandro Ahrens
Odontoiatra
NOCCIANO (PE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra