L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

04/11/2006 15:39:34

Dolori gastrici persistenti

Gentile dottore, all'inizio del mese di settembre ho cominciato ad avvertire qualche problema di digestione(eruttazioni frequenti, senso di pesantezza allo stomaco, rigurgiti) al quale non ho dato troppo peso. Successivamente, dopo una cura di Flumicil compresse, 2 al dì per 10 gg., prescrittami da medico curante per altro genere di disturbo, durante una notte sono stato colto da forti dolori e bruciori allo stomaco. Premetto che nel mese di giugno per circa 10 gg. e alla fine del mese di agosto, per altri 5 gg. ho effettuato una cura di FANS "Ledoren" che ho dovuto ogni volta interrompere perchè mi provocava sempre grossi fastidi allo stomaco con pirosi e dolori intensi.Il medico curante, convinto che i disturbi siano stati provocati dall'assunzione dei suindicati farmaci mi ha messo in terapia con Pantecta 40 per 28 gg. Dopo però un periodo iniziale di benessere durante il quale i disturbi sembravano attenuati, a distanza di circa un mese sono ricomparsi in maniera quasi continuativa con dolori e bruciore persistenti diffusi alla bocca dello stomaco, sotto le costole, e in misura minore all'addome sia dalla parte dx che sx. Preoccupato, anche per la contestuale presenza di un dolore alla spalla destra insistente, mi sono recato nuovamente dal medico che è convinto che i disturbi siano causati da una gastrite conseguente all'assunzione dei farmaci e, in parte, dallo stress e dall'ansia che mi accompagnano in questo ultimo periodo. Mi ha pertanto prescritto un ulteriore periodo di 28 gg. di terapia con Pantecta 20 e di assumere prima dei pasti un procinetico il Geffer, il quale sembra attenuare in parte, ma non del tutto, la sintomatologia descritta. Al momento, i dolori sembrano più circoscritti alla parte destra dell'addome, non ho mai avvertito nausea, o avuto vomito. La frequenza delle evacuazioni, tranne in occasione di un episodio diarroico, è regolare e anche l'appetito risulta normale anche se ho dovuto modificare la mia dieta e ridurre sensibilmente l'assunzione di cibo a causa dei dolori. Al momento mi sto sottoponendo in regime di day -ospital ad una serie di accertamenti tra cui esami ematochimici, urine, feci, elettrocardiogramma, eco addome, prove respiratorie e una gastroscopia che eseguirò il giorno 22 novembre p.v.. Non sono attualmente a conoscenza degli esiti degli esami fin qui effettuati, ma sulla base della sintomatologia descritta vorrei ugualmente chiederle un suo qualificato parere sulla possibile causa dei disturbi indicati, in particolare sulla loro persistenza nonostante la terapia intrapresa e se quest'ultima è stata correttamente prescritta. Nel ringraziarla anticipatamente le porgo distinti saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/11/2006

La terapia consigliatale e' la migliore. Pero' non va sospesa!.Deve proseguire per alcuni mesi e soprattutto non va sospesa nei periodi in cui deve assumere anche dei farmaci anti-infiamatori. Vedremo quale sara' il reperto della gastroscopia.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra