L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

10/10/2007 16:28:17

EMBOLIA POLMONARE

Caro Dottore, Mia moglie 42 anni è stata ricoverata a legnano il 14/9 per embolia polmonare.L'angio tac effettuata il 14 riporta quanto segue:esame eseguito nelle condizioni di base ed in corso di perfusione endovenosa di mezzo di contrasto. Addensamento parenchimale alla base polmonare dx, posteriormente. Contestualmente si osserva difetto di riempimento a carico dei rami basali dei vasi polmonari a dx, piccolo difetto di riempimento apprezzabile a carico dei vasi polmonari a sinistra. Esiti biapicali si associano a piccole bolle enfisematose.Non versamento pleurico. Regolare calibro dell'aorta toraco addominale indenne da difetti di riempimento. non appaiono evidenti adenopatie ilo-mediastiniche. Le immagini elaborate con setting osseo non hanno evidenziato lesioni focali a carico dei segmenti esaminabili.E' stata iniziata terapia anticoagulante con Coumadin.L'angio tac del 26/9 riporta quanto segue:L'attuale controllo, confrontato con il precedente esame del 14/9, fa rilevare la persistenza di addensamento parenchimale a sede basale posteriore dx che attualmente appare più compatto.Modesto versamento pleurico omolaterale. Non più rilevabili difetti di riempimento in corrispondenza dei rami basali di dx e di sn dell'arteria polmonare. Alcuni piccoli linfonodi in regione ilare bilaterale.I medici ci hanno tranquillizzato consigliandoci di continuare la terapia anticoagulante e di effettuare una tac tra tre mesi.Mia moglie continua ad avere un po' di tosse secca.Le chiedo gentilmente un suo consiglio.Cordialmente

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del13/10/2007

Concordo con il parere dei colleghi.
Se la Tosse dovesse però aumentare, dovesse aumentare la dispnea ovvero la mancanza di respiro da sforzo, dove comparire la febbre si renderà utile una rivalutazione medica.
Cordialmente

Dott. Leonardo Di Ascenzo
Medico Ospedaliero
Specialista in Cardiologia
SAN DONA' DI PIAVE (VE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra