L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

29/03/2007 15:35:19

Esame pet e polmoni

Mio padre è stato operato di cancro al colon e gli è stata resecata una metastasi al fegato, ciclo chemioterapico post operatorio. Dopo due anni la tac di controllo rileva un nodulo polmonare dubbio ma molto piccolo, si esegue una pet che riscontra area focale di iperaccumulo sia nel fegato che nel lobo sx del polmone. La tac di 3 mesi prima non ha rilevato nulla al fegato e neanche al resto dei polmoni. Consigliato ciclo chemioterapico. Ci è stato detto che non sono ancora metastasi ma lo diventeranno. La mia domanda è: c’è una certezza che siano davvero metastasi o potrebbero essere altro? La tesi più ovvia e la ripresa della a malattia, ma non ci sono davvero dubbi? La pet non rileva anche alcuni tipi di infiammazione? Mio padre soffre di angiomi al fegato e di enfisema ai polmoni e ha diverse calcificazioni polmonari
La ringrazio

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/04/2007


La principale indicazione all'esame PET ( con F-18 desossi-glucosio come marcatore) è la ricerca di lesioni ad attivo metabolismo ( metastasi, noduli neoplastici), e lo studio di zone a basso metabolismo ( zone infartuate del cuore, cervello nell' Alzheimer ). Nel caso di suo padre l'indicazione è stata correttamente posta per l'evidenziazione di metastasi in fase iniziale. Infatti la PET anticipa la presenza di metastasi anche molto tempo ( mesi-anni) prima che appaiono alla scintigrafia o alla TAC. Il metabolismo più lento degli angiomi e nullo delle calcificazioni non dà immagini PET da iperaccumulo. Per le infiammazioni ( ascessi) si ricorre ad altri marcatori ( leucociti marcati), con una normale scintigrafia Total body.
E' più logico somministrare a suo padre un altro ciclo di chemioterapia ora che le metastasi sono piccole ed all'inizio. Ci sono più probabilità di distruggerle.

Dott. Raffaele Di Tommaso
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Cardiologia
Specialista in Medicina interna
CASERTA (CE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra