L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

27/02/2005 19:35:10

Esofagite da reflusso

Mi chiamo Daniela ed ho un problema:
nel 2003 ho fatto una gastroscopia da cui è risultata presente <>
Ho assunto Nexium 40 per 1 mese.
Nel dicembre 2004 ho cominciato a d avere disturbi importanti: dolori forti allo stomaco, dolori retrosternali, difficoltà di digestione eruttazioni continue. Ho rifatto la gastroscopia ed è risultato:<< Esofago rettilineo normomobile peristalsi valida, cardias atonico in sede con segni evidenti di esofagite distale, stomaco normoconformato con presenza di ipotonia cardiale, piloro normotonico, segni di gastrite antrale, duodeno,indenne HP negativo.>> E' stata effettuata anche una biopsia all'esofago terminale risultato esente da alterazioni significative.
Ho fatto una cura con Nexium 40 per due mesi in associazione con Galviscon adavanced. nel febbriao 2005 ho ripetuto la gastroscopia riscontrando un miglioramento:<> Mi hanno detto di proseguire la cura per altri due mesi, e ripetere l'esame HPmetrico, prospettandomi, alcuni Medici ,lo "spettro" dell'operazione di plastica allo stomaco per ripristinare la funzionalità della valvola del cardias ed altri solo la terapia medica a vita.
Premetto che non ho l'ernia iatale.
Ho 39 anni, soffro anche di attacchi di panico e prendo da 1 anno e mezzo Xanax compresse.
Sono disperata. Vi pregherei di darmi un parere in merito.
Ringrazio anticipatamente
Daniela Barba

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/03/2005

Da quanto lei descrive non mi sembra che il suo problema di "reflusso" sia così consistente. Mi sembra invece "importante" l'aspetto psichico, che la porta a "sentire" la vita in maniera probabilmente un po' esagerata. Forse, invece di un chirurgo o di farmaci, avrebbe bisogno di un bravo psicoterapeuta che la sapesse guidare a superare queste problematiche... proprio perchè è giovane e ha ancora tanta vita davanti. Cordialmente

Prof. Alfredo Saggioro
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Medicina interna


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra