L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

18/01/2006 19:22:12

Frequenti faringiti o altro? VI PREGO AIUTATEMI

Salve a tutti, ho preso visione di questo sito da poco e lo trovo molto interessante, comunque:
da novembre 2004 soffro di faringite con placche enormi e dolore alla gola, da allora ad oggi ho avuto circa 8 episodi, di cui 3 acuti. A gennaio 2005 in seguito a faringite ho avuto EMOTTISI, ogni tanto ho dolori alle spalle, e oggi ho di nuovo avuto un episodio di faringite, solo che diverso dagli altri, il dolore stavolta lo sento più all'interno della gola che all'altezza delle tonsille che noi tutti vediamo e non sono neanche tanto arrosate, ho sempre del catarro fermo alla gola e al momento di espellerlo ho notato un catarro molto denso con tanti piccoli granuli e piccole tracce di sangue, che esami posso fare? Ho eseguito Rx torace gennaio 2005 con nessuna malattia in atto, gennaio di quest'anno ho eseguito esami ematici, il mio medico pensando si trattasse di mononucleosi infettiva mi ha prescritto EPSTEIN BARR VIRUS ANTI VCA-IGM (negativo) e EPSTEIN BARR VIRUS IGG ANTI VCA (negativo), PCR nella norma, VES nella norma, TAS (risultato 400 UAS, soglia massima 200), sono talassemica; ho eseguito a ottobre 2005 un eco a collo e tiroide: la tiroide presenta dimensioni ed ecostruttura regolare, in regione angolomandibolare sx è visibile linfonodo di circa 1.3 cm, alcuni linfonodi sotto il cm sono apprezzabili in entrambe le regioni cervicali; vi prego aiutatemi a capire! Grazie in anticipo ANNA

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/01/2006

Consiglierei un esame colturale del catarro e/o un tampone faringeo, in quanto il TAS a 400 non ha nessun significato se non si isola dal faringe lo streptococco beta emolitico. Tuttavia spesso queste infezioni sono dovute a virus ed è possibile o che lei sia venuta a contatto con alcuni di essi verso i quali non aveva alcuna copertura immunitaria, o che si siano ridotte le sue difese, magari in seguito a diete o comunque ad alimentazione non corretta (poca frutta e proteine). Quanto ai linfonodi, hanno solo il significato di un interessamento collaterale; a tal proposito, controlli anche lo stato della dentatura.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del22/01/2006

Gli EBNA e EA non li ha eseguiti? La sintomatologia avuta successivamente compresi i linfonodi cervicai, indicano il virus di Epstein-Barr, purtroppo questo produce proteine adatte per nascondersi al sistema immunitario, quindi con esami indiretti come la ricerca degli anticorpi, può risultare negativa, ma non vuol dire che il virus non è presente, la medicina quantica, conoscendo la frequenza del virus, è in grado di individuarlo e combatterlo, come con altri virus e batteri. Anche lo streptococco spesso non risiede nel faringe ma in altri organi, oppure non siamo andati a prelevarlo nel punto dove questo si trova. Un esami molto importante che si può fare per sapere la risposta immunitaria nei confronti dello streptococco è la ricerca degli · ANTICORPI ANTI-STREPTOCHINASI,
ma purtoppo solo alcuni laboratori la fanno ancora. Esame importante, ma purtroppo di non facile escuzione. Il batterio streptococco si lega alle cellule con il recettore CD44, somministrando l'anticorpo monoclonale anti CD44 in diluizione appropriata, si riesce a staccare tale batterio dalla cellula ed impedire che si attacchi ad altre cellule


Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)



Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra