L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

18/03/2006 14:07:45

Gozzo plurinodulare

In seguito alla tosse sospetta di mia madre,relativi mille esami e dopo l'ecografia alla tiroide ecco la diagnosi=>"gozzo plurinodulare" ed inizio di ipertiroidismo.L'eco cita più o meno così:"...al lobo dx nodulo calcifico...varie minute aree ipoecogene..al lobo sin formazioni nodulari con qualche piccola calcificazione..qualche linfonodo reattivo." Si è consigliato di asportare la tiroide tra qualche mese.le mie domande sono queste:si può trattare di noduli maligni?si può aspettare ancora qualche mese per l'operazione o deve essere fatta immediatamente?insomma..è molto grave?la tosse fastidiosa secca può essere dovuta a ciò?la ringrazio anticipatamente!sono molto preoccupata..

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/03/2006

In questi casi la tiroide si toglie per vari motivi, non ultimo quello di evitare che possa comparire una degenerazione maligna. L'intervento non viene fatto subito: per quale motivo? E' possibile che ciò avvenga, al di là di non augurabili, esecrabili ma inevitabili liste d'attesa, proprio per motivi clinici, quale quello di ridurre l' Ipertiroidismo per consentire l'intervento. Ma i sanitari che hanno in cura sua madre sapranno spiegarle meglio di me.
Cordiali saluti

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del21/03/2006

Non riferisce gli esami tiroidei che sono fondamentali, comunque sua madre presenta una Tiroidite di vecchia data, con linfonodi reattivi per la presenza ancora dell’agente eziologico che ha provocato la Tiroidite . Sarebbe opportuno fare un agoaspirato, Risonanza magnetica, ed esami un pochino più specifici:
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,

anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Calcitonina
Prolattina

· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· Antigene del carcinoma a cellule squamose (SCC)
· Antigene carboidratico mucinoso (MCA)
· Antigene polipeptidico tessutale. (TPA)
· Enolasi Neurone Specifica(NSE)
· Proteina S 100 (pS 100)
· Proteina p 53
· c-erb B2 neu
· Citocheratina 19 (Cyfra 21.1)
· Glicoproteina 72 (Ca 72.4)

ecografia addominale
visto che le hanno consigliato di togliere la tiroide fra qualche mese, conviene prima fare accertamenti, poi se tutto negativo, la tioride la tenga, ma a questo punto instauri controlli più stretti. Un consiglio, gli esami tiroidei li faccia anche lei, è meglio diagnosticare una Tiroidite all’inizio, piuttosto che dopo così tanti anni. La terapia deve essere sempre rivolta all’agente causale, mai sintomatica.
Saluti


Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra