Bimbi obesi per carenza di vitamina D

19 gennaio 2011
News

Bimbi obesi per carenza di vitamina D



Un gruppo di scienziati dell'università del Michigan (Usa) ha scoperto che una deficit di vitamina D favorisce l'accumulo di grasso addominale nei bambini. Lo studio, durato circa 30 mesi, si è svolto a Bogotà in Colombia su 479 bambini tra i 5 e i 12 anni. Il team, coordinato dall'epidemiologo Eduardo Villamor e affiancato da colleghi dell'universidad Nacional de Colombia, ha prelevato e analizzato campioni di sangue a inizio ricerca, individuando un deficit di vitamina D nel 10% nei soggetti e livelli insufficienti della stessa vitamina in un altro 46%. Sono stati valutati anche altri parametri, tra cui il giro-vita e l'indice di massa corporea. I risultati della ricerca, pubblicati sull'American journal of clinical nutrition e ripresi dall'osservatorio Federsalus, evidenziano che «nella fase iniziale della ricerca i bambini con i più bassi livelli di vitamina D nel sangue tendevano ad aumentare di peso più velocemente dei coetanei con livelli più elevati». «In più, alla carenza di vitamina D erano correlati sia l'accumulo più vistoso di grasso addominale sia, nelle femmine, problemi di crescita in altezza». Cattiva alimentazione e mancata attività fisica non sarebbero più i soli responsabili dell'obesità infantile, specie considerando che la carenza di vitamina D è diffusa in tutto il pianeta. «Giova ribadire allora» ricordano gli esperti « l'utilità dell'esposizione ai raggi solari, l'integrazione alimentare con olio di fegato di merluzzo, alcuni pesci grassi come salmone e aringa, latte e derivati».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde