BPCO, arriva la Carta dei diritti

22 giugno 2009
Focus

BPCO, arriva la Carta dei diritti



Il prossimo 14 maggio a Roma vedrà la luce la "Carta Mondiale dei Diritti del Paziente BPCO". La BPCO (BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva) è una malattia cronica di bronchi e polmoni, che solo nel nostro Paese colpisce circa 3 milioni di persone, contando 18 mila decessi l'anno e 180 mila ricoveri ospedalieri con una durata media di più di dieci giorni, 210 milioni a livello mondiale. Sempre a livello mondiale oltre 4 milioni sono stati i decessi registrati per cause riferibili a problemi respiratori.

La presentazione ufficiale del documento avverrà il prossimo 14 giugno a Roma in occasione della Prima Conferenza Mondiale dei Pazienti BPCO, organizzata dall'International COPD Coalition-ICC e dall'EFA-European Federation of Allergy and Airways Diseases Patients Associations, in collaborazione con l'Associazione Italiana Pazienti BPCO Onlus, l'Australian Lung Foundation, l'Asian Pacific Society of Respirology, il Progetto Mondiale GOLD (Global Initiative for Chronic Obstructive Lung Disease), l'International Primary Care Respiratory Group (IPCRG) e la World Organization of Family Doctors (WONCA). L'appuntamento vedrà la presenza di più di 150 specialisti, rappresentanti delle Istituzioni e delle Associazioni dei pazienti di tutto il pianeta. "La Conferenza, che si inserisce nelle iniziative dell'Anno del Respiro e nell'ambito dell'Assemblea Generale della GARD (Global Alliance against Chronic Respiratory Diseases), ha l'obiettivo - spiega Mariadelaide Franchi, co-presidente del Coordinamento Internazionale BPCO e presidente dell'Associazione Italiana Pazienti BPCO - di definire la Carta Mondiale e promuovere la sua attuazione in tutti i Paesi. E' un primo decisivo incontro, che vede impegnati Associazioni dei pazienti, istituzioni sanitarie, società Scientifiche e leader BPCO, per il riconoscimento dei diritti dei pazienti e la predisposizione di un piano di tutela in tutto il mondo".

I punti salienti della Carta riguardano: diagnosi precoce e accurata, corretta informazione ed educazione, supporto per affrontare la malattia, migliore trattamento disponibile, adeguati investimenti in assistenza e cura, e solidarietà, collaborazione tra le varie associazioni pazienti del mondo, miglioramento della qualità dell'aria. "La broncopneumopatia cronica ostruttiva - ha aggiunto Franchi - causa limiti significativi in molti campi della normale vita quotidiana. In funzione del livello di gravità, la mancanza di respiro può interferire con i più semplici gesti giornalieri, come vestirsi, lavarsi, parlare e può causare disturbi del sonno e indurre un progressivo stato di invalidità". L'obiettivo dichiarato dell'iniziativa è acquisire una migliore conoscenza delle strategie per la gestione globale della BPCO e dell'impatto delle comorbidità, saperne di più sullo sviluppo e l'attuazione delle strategie di prevenzione, capire le modalità per costituire un'associazione di pazienti e renderne operativi i programmi e infine partecipare all'adozione di una Carta Mondiale dei Diritti del Paziente BPCO e diffonderla in ogni paese.

Gianluca Casponi

Comunicato stampa di annuncio della presentazione della carta dei diritti dei pazienti con BPCO


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Campagna Chi non fuma sta una favola
Apparato respiratorio
31 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna "Chi non fuma sta una favola"
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Apparato respiratorio
10 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
Apparato respiratorio
23 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
L'esperto risponde