L'equilibrio si allena con l'esercizio regolare

09 novembre 2011
Focus

L'equilibrio si allena con l'esercizio regolare



sercizio fisico persone anziane equilibrio ballo camminare


L'esercizio fisico fatto con regolarità aiuta le persone anziane a migliorare le capacità di avere equilibrio riducendo, così, il rischio di cadute, causa a loro volta di fratture e di immobilità per lunghi periodi, se non definitiva. Ma non tutta l'attività fisica permette di raggiungere questi risultati, come sostengono ricercatori della Cochrane Library, un archivio in cui sono raccolti documenti riguardanti l'efficacia dei trattamenti e degli interventi dell'assistenza sanitaria, che hanno passato in rassegna ben 94 studi clinici sulla possibilità di miglioramento dell'equilibrio attraverso l'attività fisica.

Mantenersi in piedi con stabilità è un'attività complessa, a cui partecipano specifici muscoli e recettori sensoriali presenti nel sistema nervoso. Nelle persone anziane, tuttavia, diversi fattori, come la riduzione della forza muscolare, la rigidità articolare, il ritardo dei tempi di reazione e i cambiamenti nel sistema sensoriale, contribuiscono a ridurre tali capacità. I ricercatori hanno verificato che alcune proposte e certi programmi di esercizio fisico possono essere potenzialmente utili a queste persone, ma non ci sono ancora prove certe su quale sia la tipologia di esercizio fisico più efficace. Ciò che è emerso è che, come spiega Tracey Howe, docente al la Scuola di scienze della salute e di vita alla Glasgow Caledonian University al quotidiano inglese The Telegraph, «i programmi di esercizio più efficaci erano quelli che venivano effettuati tre volte a settimana per circa tre mesi e coinvolgevano esercizi volti a modificare e quindi sfidare le condizioni di equilibrio delle persone mentre erano in piedi». Le attività considerate negli studi erano esercizi di equilibrio, coordinazione e abilità nel camminare; esercizi di rafforzamento; esercizi tridimensionali, tra cui Tai Chi, danza e yoga; attività fisica generale, come camminare o andare in bicicletta; training computerizzato che utilizza un feedback visivo ed esercizi su piattaforme vibranti. I ricercatori hanno notato che alcune attività come camminare e andare in bicicletta non migliorano l'equilibrio, sebbene abbiano molti altri effetti benefici, mentre risulta essere un buon allenamento al mantenimento dell'equilibrio la combinazione di attività. Per esempio: portare degli oggetti mentre si cammina o ballare, sono attività che comportano l'uso e la coordinazione di varie parti del corpo mentre si esegue uno spostamento. Gran parte degli studi clinici disponibili, tuttavia, non era di buona qualità e utilizzava strumenti diversi per misurare il miglioramento del l'equilibrio. «Sarebbe molto importante definire un set standard di indicatori di beneficio da utilizzare negli studi futuri. Saremmo così in grado di combinare i singoli studi e dare indicazioni più precise su quale tipo di esercizio fisico sia il più efficace per migliorare l'equilibrio», conclude Howe.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde