Antibiotici, dosi da rivedere

09 gennaio 2012
News

Antibiotici, dosi da rivedere



antibiotici


L'epidemia di obesità pediatrica apre un nuovo fronte: nei paesi occidentali i bambini di oggi sono molto più corpulenti rispetto a quelli di 40-50 anni fa e potrebbero necessitare, in caso di infezione, di dosi maggiori di penicilline rispetto a quanto previsto dalle linee guida vigenti. Lo sostengono Paul F. Long, del King's College di Londra, e collaboratori, in una ricerca condotta per conto dell'Improving children's antibiotic prescribing UK research network. Attualmente, un bambino di 5 anni pesa in media 21 kg e un ragazzo di 10 anni 37 kg: si tratta di un notevole incremento rispetto ai corrispettivi dati del 1963, anno in cui per la prima volta è stato pubblicato sul formulario britannico (Bnf) uno schema per il dosaggio delle penicilline in pediatria, organizzato per classi di età. La raccomandazione, tuttora in uso, si basa su un metodo, per così dire, di "dimezzamenti progressivi"; iniziando dalla dose massima di 1.000 mg prevista per l'adulto si procede come segue: 500 mg dai 12 ai 18 anni, 250 mg dai 6 ai 12 anni, 125 mg da 1 a 5 anni, 62,5 mg < 1 anno. Lo schema è rimasto immodificato per la flucloxacillina, apparsa per la prima volta nell'edizione 1974-76 del Bnf, e per l'amoxicillina, raccomandata nei bambini dal 1976. Inoltre le dosi di penicillina negli adulti sono state aumentate nel tempo in modo sostanziale, anche a causa della crescente antibioticoresistenza, mentre le dosi pediatriche non sono più state toccate. Il punto cruciale, comunque, è che il peso medio di un bambino in base all'età riportato sul Bnf del 1963-66 (18 kg a 5 anni, 30 kg a 10 anni) è molto inferiore a quello attuale. Ciò significa che continuando a utilizzare i criteri empirici del '63 è pressoché certo incorrere in un sottodosaggio del farmaco, reso così inefficace e potenzialmente causa di resistenza. Di qui l'invito degli autori a una profonda revisione dei criteri dei dosaggi e a una loro standardizzazione (per esempio rispetto agli Usa, dove pure si adottano le classi di età, ma a dosaggi molto superiori a quelli anglosassoni).


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
La salute in crociera
Malattie infettive
10 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La salute in crociera
L'esperto risponde