New York, vietato vendere più di mezzo litro di bibite

04 giugno 2012
News

New York, vietato vendere più di mezzo litro di bibite



bibite, bevande gassate, caffè, succhi zuccherati, soft drink


Scelta poco popolare, ma in linea con la lotta all'obesità, quella del sindaco di New York, Michael Bloomberg, che ha messo al bando la vendita di bevande gassate, caffè, succhi zuccherati, soft drink in bottiglia o alla spina in quantità superiori ai 500ml. La dose, per quanto esagerata, è molto comune negli Stai Uniti dove è di abitudine consumare bibite in quantità extra-large, ma chiunque non si adeguerà rischia una multa di 200 dollari. Escluse dal provvedimento le bevande che hanno meno di 25 calorie per 250ml, le acque vitaminizzate, le bibite senza calorie. Prima tra le contestazioni alla proposta, una limitazione della libertà di scelta dei consumatori, cui Bloomberg risponde che «è ancora consentito acquistare più di una bibita», certo aggiunge, «sarà meno conveniente trasportare due bicchieri da mezzo litro verso la poltrona al cinema piuttosto che un litro una volta sola. Ma non si può certo dire che togliamo qualcosa». La proposta di Bloomberg richiede ora l'approvazione dell'assessorato alla Sanità: ma, dicono molti, si tratta di un passaggio formale, visto che tutti i membri dell'organismo municipale sono stati nominati dal sindaco stesso. L'industria dal canto suo, accusa l'amministrazione comunale di prendersela ingiustamente contro il settore: «È ora che gli specialisti della salute si mettano seriamente alla ricerca di soluzioni che di fatto frenino l'obesità» ha detto il portavoce dell'associazione di settore Stefan Friedman «Queste proposte zelanti sono solo una distrazione».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde