Pubertà precoce espone a depressione adolescenziale

05 giugno 2012
News

Pubertà precoce espone a depressione adolescenziale



adeolscenza, pubertà precoce, rischio depressione, bullismo


I bambini che entrano precocemente in pubertà rischiano maggiormente di sviluppare sintomi depressivi nell'adolescenza. È questa la conclusione di uno studio dell'Università di Melbourne, in Australia, di prossima pubblicazione sulla rivista Psychoneuroendocrinology, cui sono giunti i ricercatori studiando l'imaging a risonanza magnetica di 155 soggetti in diverse fasi della vita: a 12, 15 e 18 anni. È emerso che la ghiandola pituitaria, implicata nel timing di questo passaggio della crescita, era di dimensioni maggiori nei soggetti che erano entrati in pubertà prima dei coetanei, e tra questi ragazzi, in particolare tra le ragazze, era molto più probabile riscontrare sintomi depressivi. Secondo Sarah Whittle della facoltà di psichiatria dell'ateneo, che ha guidato la ricerca in collaborazione con una clinica di salute mentale giovanile, i risultati suggeriscono una spiegazione biologica alla maggiore vulnerabilità alla depressione dei giovani che entrano prima in pubertà. Circostanza finora ritenuta in gran parte causata da un problema sociale, in particolare dal fatto che i bambini dallo sviluppo precoce siano oggetto di atti di bullismo da parte dei coetanei, in particolare le bambine. Va sottolineato, ricorda la psichiatra, che la ghiandola pituitaria secerne ormoni che attivano i cambiamenti fisici ed emotivi associati alla pubertà, e svolge un ruolo importante anche nel sistema di gestione dello stress. L'ipotesi, quindi conclude Whittle, è che con la pubertà precoce la ghiandola abbia un eccesso di attività, che a sua volta rende più difficile per gli adolescenti far fronte allo stress.


Potrebbe interessarti
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
L'esperto risponde