Dieta mediterranea: olio extravergine e frutta secca tutelano il cuore

28 marzo 2013
News

Dieta mediterranea: olio extravergine e frutta secca tutelano il cuore



dieta mediterranea, olio extravergine di oliva, frutta secca, cuore


L'olio extravergine di oliva o la frutta secca aggiunti alla dieta mediterranea abbassano la frequenza di eventi cardiovascolari nei pazienti a rischio elevato, almeno secondo le conclusioni di uno studio multicentrico pubblicato sul New England journal of medicine. È il Predimed (Prevención con dieta mediterránea), un trial osservazionale a lungo termine coordinato da Ramon Estruch, nutrizionista del Dipartimento di medicina interna presso l'Hospital clinic di Barcellona, in Spagna. Iniziato nel 2003 grazie a un finanziamento del Ministero della salute spagnolo, il trial aveva l'obiettivo di valutare gli effetti della dieta mediterranea sulla prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari. «Lo scopo di Predimed era di verificare se la dieta mediterranea supplementata con olio extravergine di oliva o frutta a guscio, ricchi entrambi di grassi polinsaturi omega-3 e omega-6, potesse prevenire eventi cardiovascolari come la morte, l'infarto miocardico o l'ictus nei soggetti a rischio rispetto a una dieta povera di grassi» spiega Estruch. Allo studio hanno partecipato numerosi ricercatori di vari centri distribuiti in tutta la Spagna: medici ospedalieri e universitari, medici di famiglia, nutrizionisti ed epidemiologi. «Il trial ha coinvolto finora oltre 7.400 soggetti asintomatici, ad alto rischio cardiovascolare, ma senza malattie conclamate al momento del reclutamento, seguiti per circa 5 anni» aggiunge il ricercatore di Barcellona, primo autore del lavoro sul New England. I partecipanti sono stati distribuiti a caso in 3 gruppi con diete diverse: dieta mediterranea arricchita con olio extravergine di oliva (1lt la settimana), o con frutta secca mista (30g/die), oppure dieta generica a ridotto contenuto di grassi. I risultati? Gli eventi totali sono stati 288, di cui 96 nel primo gruppo, quello trattato con dieta mediterranea e olio extravergine; 83 eventi nel secondo e ben 109 nel gruppo di controllo a dieta generica ipolipidica. Conclude Estruch: «Questi risultati dimostrano l'efficacia della dieta mediterranea nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
L'esperto risponde