Sovrappeso e obesità mettono a rischio mamme e bebè

02 aprile 2013
News

Sovrappeso e obesità mettono a rischio mamme e bebè



donne obese, sovrappeso, cure mediche, gravidanza, rischio, neonato


Le donne obese o sovrappeso hanno bisogno di più cure mediche durante la gravidanza a causa di un aumentato rischio di eventi avversi per loro e per il neonato. Sono giunti a questa conclusione alcuni medici del Queen's University e dell'Health and Social Care Trust di Belfast, in Irlanda, che hanno pubblicato uno studio retrospettivo sull'argomento su An international journal of obstetrics and gynaecology. Considerando che la prevalenza dell'obesità è quasi raddoppiata negli ultimi 30 anni, anche la quantità di donne in forte sovrappeso che vanno incontro a una o più gravidanze risulta proporzionalmente aumentato, con conseguente aumento di tutte le implicazioni che l'obesità in stato interessante ha su mamma e bambino. Per questo i ricercatori inglesi hanno voluto determinare la prevalenza di donne obese e sovrappeso in gravidanza, e si sono chiesti se l'indice di massa corporea (Imc) avesse un impatto sulla salute materna e neonatale. Tra il 2004 e il 2008 sono state esaminate 30.298 gravidanze singole presso un'unità di riferimento in Irlanda del Nord. Utilizzando i criteri dell'Oms, il 2,8% di donne è stato classificato sottopeso (Imc inferiore a 18,5), il 52,5% normopeso (Imc compreso tra 18,5 e 24,9), e il 27,8% sovrappeso o obese (Imc 25-39). Tra le obese, in particolare, l'11% era di classe I (con Imc 30-34,9), il 3,9% di classe II (Imc 35-40) e l'1,9% di classe III (Imc superiore a 40). È emerso che, confrontate con le donne normopeso, quelle sovrappeso e obese di classe I, e ancor di più le "super-obese", hanno un aumentato rischio di ipertensione, diabete gestazionale, induzione del parto, taglio cesareo, emorragie postparto e macrosomia. In particolare, le donne con Imc superiore a 40 hanno un rischio di parto pretermine, ricovero del neonato e morte perinatale tre volte superiore rispetto alle normopeso. E anche dopo la nascita le donne sovrappeso e obese possono avere più problemi, per esempio per allattare. Afferma la dottoressa Valerie Holmes, coordinatrice della ricerca: «Questo studio su larga scala dimostra chiaramente che essere obese o sovrappeso durante la gravidanza aumenta i rischi sia per la mamma sia per il suo bambino». E c'è di più: «Grazie alla sotto-classificazione dell'obesità siamo riusciti a evidenziare la relazione tra Imc e aumento del rischio di eventti avversi, con donne più a rischio tra le obese di classe III». «Ciò indica che tale sottogruppo richiede una più attenta supervisione medica durante la gravidanza» aggiunge il coautore Dale Spence.



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Salute femminile
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
L'esperto risponde