L'autunno non è portatore di depressione e angoscia. Mito sfatato

22 settembre 2013
News

L'autunno non è portatore di depressione e angoscia. Mito sfatato



autunno; depressione


Il ritorno in città, al lavoro o a scuola, le giornate che si accorciano, i primi maglioni di lana che escono dai cassetti... E da oggi l'addio alla stagione estiva è sancito, non solo dal meteo, ma anche dall'equinozio d'autunno, evento astronomico previsto quest'anno appunto per oggi, 22 settembre, alle ore 20:44.

Molti attribuiscono all'arrivo dell'autunno il nascere di sentimenti quali malinconia, apatia e tristezza, fino a patologie come la depressione.
Addirittura questa serie di sintomi sono stati riuniti in quello che è stato definito disturbo affettivo stagionale o SAD (Seasonal Affective Disorder). A sfatare questo mito sono però intervenuti i ricercatori dell'Oregon State University (OSU), School of Psychological Science, i quali hanno condotto uno studio, pubblicato sulla rivista Journal of Affective Disorders, in cui si afferma che né il tempo dell'anno né le condizioni meteorologiche influenzano i reali sintomi depressivi. Pur precisando che il loro studio non nega l'esistenza del disturbo affettivo stagionale, gli studiosi sostengono che si tende a sopravvalutare l'impatto dell'alternarsi stagionale sulla salute mentale e la depressione.

Come hanno fatto? Hanno raccolto e analizzato i dati provenienti da un campione di 762 partecipanti che, nel corso di alcuni anni, hanno riportato e segnato quelli che erano i sintomi depressivi a cui erano soggetti. Confrontando i dati con le condizioni meteorologiche locali, l'intensità di luce solare e altri fattori esterni presenti durante il periodo di tempo in cui i partecipanti hanno compilato i rapporti, i ricercatori hanno determinato che circa il 92 per cento dei partecipanti hanno segnalato cambiamenti nel comportamento e nell'umore attribuiti al cambio stagionale; di questi, il 27 per cento ha riferito che questi cambiamenti hanno costituito per loro un problema.

Nonostante ciò, secondo gli autori dello studio, le persone hanno tendenzialmente sopravvalutato l'impatto del tempo meteorologico e della stagione invernale. Quali le cause? Secondo gli autori perché tendenzialmente il campione confondeva i sentimenti negativi nei confronti dell'autunno e dell'inverno con i sintomi depressivi. Mentre la depressione o il SAD sono davvero un'altra cosa.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde