Arriva il primo test per predire il mal di montagna

13 dicembre 2013
News

Arriva il primo test per predire il mal di montagna



ipossia; mal di montagna


Tempo di vacanze, tempo di montagne. Tempo, per molti, di mal di montagna, Un malessere che si verifica quando si sale a quote elevate, di solito superiori ai 2.500 metri, e si comincia ad accusare ipossia, cioè una ridotta quantità di ossigeno in arrivo a sangue e tessuti che in alcuni casi, non così spesso fortunatamente, può manifestarsi con sintomi severi che possono anche arrivare a edema polmonare e cerebrale.
Ma ora un gruppo di scienziati italo-francesi ha sviluppato il primo test per predirlo al 92 per cento, in modo che non possa colpire inaspettatamente. I ricercatori dell'Università degli studi di Firenze sono partiti dall'ipotesi che il cattivo adattamento cardiovascolare all'ipossia fosse il principale responsabile per i sintomi del mal di montagna e hanno sviluppato un test che si effettua misurando la saturazione di ossigeno e, tramite ultrasuoni, l'escursione sistolica della tricuspide piano anulare (Tapse).
Un unico problema: il test va fatto rimanendo per quattro ore a grande altitudine.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Campagna Chi non fuma sta una favola
Apparato respiratorio
31 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna "Chi non fuma sta una favola"
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Apparato respiratorio
10 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
Apparato respiratorio
23 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
L'esperto risponde