Mal di testa cronico nei giovanissimi: efficace la terapia comportamentale

16 gennaio 2014
News

Mal di testa cronico nei giovanissimi: efficace la terapia comportamentale



mal di testa


Dolorosi attacchi di emicrania sono purtroppo ricorrenti anche in giovanissima età. Secondo uno studio americano appena pubblicato sulla rivista Jama, circa due bambini e adolescenti su cento soffrono di attacchi di mal di testa talmente forti e frequenti da incidere sulle attività della vita quotidiana, e contro i quali i farmaci hanno solo un effetto modesto.

Una possibile soluzione arriva da una terapia di tipo cognitivo-comportamentale, somministrata insieme ai migliori farmaci. Si tratta di interventi che consistono nel tentativo di modificare non solo i comportamenti, ma anche i pensieri e le emozioni che rischiano di favorire lo scatenarsi di un attacco o lo rendono più doloroso e debilitante, per adottare invece quelli più efficaci per affrontare il dolore.

Ora i ricercatori americani diretti da Scott Powers dell'ospedale pediatrico di Cincinnati hanno verificato su un gruppo di bambini e ragazzi tra i 10 e i 17 anni che con una terapia di questo tipo le giornate con mal di testa scendono in media da 21 a 10 (al mese), e migliorano anche altri indicatori della qualità della vita, in misura molto maggiore rispetto alla sola educazione.

«Ora che abbiamo una dimostrazione di efficacia, la terapia cognitivo-comportamentale dovrebbe essere aggiunta alla terapia di prima linea per l'emicrania cronica nei giovanissimi» concludono i ricercatori. In ogni caso è opportuno prendere contatto con uno dei centri specializzati nella diagnosi e cura delle cefalee.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
L'esperto risponde