Il cioccolato fondente piace anche al cuore e all’intestino

24 marzo 2014
News

Il cioccolato fondente piace anche al cuore e all'intestino



cioccolato; cuore; intestino


Non c'è più motivo per sentirsi in colpa per un cioccolatino dopo pranzo. Da oltre oceano arriva infatti la conferma che il cioccolato - in particolare quello fondente - non solo soddisfa il palato di molti buongustai, ma piace anche ai batteri che popolano il nostro intestino e che proprio dai prodotti derivati dal cacao riescono a produrre molecole che aiutano il cuore.

«Nell'intestino sono presenti sia batteri buoni, sia batteri cattivi» spiega Maria Moore che ha contribuito a raggiungere i risultati presentati a un meeting della American chemical society. «Quelli buoni in particolare sono ghiotti di cioccolato fondente e, quando se ne nutrono, cominciano a crescere e a dare il via alla fermentazione grazie alla quale producono sostanze anti-infiammatorie». «Una volta assorbite dall'organismo queste molecole abbassano i livelli di infiammazione anche nel tessuto cardiovascolare e in questo modo riducono il rischio di ictus» aggiunge John Finley, coordinatore della ricerca.

Assieme ai suoi colleghi della Louisiana State University, Finley ha studiato gli effetti del cioccolato fondente su diversi batteri presenti nel nostro intestino e per farlo ha ricreato in laboratorio diversi modelli che permettevano di simulare il processo di digestione. «La polvere di cacao contenuta nel cioccolato è ricca di polifenoli e composti anti-ossidanti e contiene anche una piccola quantità di fibre» chiarisce il ricercatore. «Così come sono i composti sono difficili da digerire, ma una volta raggiunto il colon entrano in gioco i batteri buoni che fermentano le fibre e riducono le grosse molecole di polifenoli in molecole più piccole, più facili da assorbire e con un notevole potere anti-infiammatorio».

E le buone notizie non finiscono qui. Secondo gli autori della ricerca, infatti, è anche possibile aumentare l'effetto positivo del cioccolato amaro su cuore e vasi seguendo una ricetta semplice e gustosa: basta aggiungere al cioccolato un po' di frutta come melagrana o acai (una particolare palma le cui bacche sono ricche di anti-ossidanti).


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde