Tablet e smartphone a letto aumentano l'insonnia

08 aprile 2014
News

Tablet e smartphone a letto aumentano l'insonnia



tablet smartphon insonnia


Tutta colpa di tablet e smartphone in stanza da letto. Il loro utilizzo prima di andare a dormire produce insonnia: lo certifica una ricerca inglese della University of Hertfordshire e riportata dal quotidiano Daily Mail, secondo la quale sei britannici su 10 dormono poco e male perché usano i nuovi strumenti elettronici a letto. E la percentuale è raddoppiata nel giro di un solo anno.

Sotto accusa, dicono gli studiosi, è la "luce blu" emessa dagli schermi che riduce la sonnolenza sopprimendo la produzione dell'ormone melatonina e rende più difficile addormentarsi. La ricerca ha preso in esame le abitudini notturne di più di duemila inglesi e ha scoperto che il 59 per cento dorme meno di 7 ore a notte e il 79 per cento usa devices elettronici che emettono luce blu nelle due ore precedenti il prendere sonno.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde