Future mamme al volante: aumenta il rischio di incidenti

16 maggio 2014
News

Future mamme al volante: aumenta il rischio di incidenti



donna incinta che guida


Ogni automobilista che si rispetti lo sa: il traffico può essere davvero molto pericoloso per la salute poiché fa aumentare il rischio di incidenti anche gravi. «E analizzando i dati relativi a oltre 500mila donne abbiamo scoperto che il rischio di incidenti che richiedono cure di Pronto soccorso aumenta in modo significativo nelle donne in dolce attesa, pur rimanendo al di sotto di quello che si registra negli uomini della stessa età» spiega Donald Redelmeier, ricercatore presso il dipartimento di Medicinadella University of Toronto, in Canada e autore di un articolo da poco pubblicato sulla rivista Canadian medical association journal.

La guida dell'automobile si aggiunge quindi all'elenco delle "attenzioni particolari" richieste alle future mamme assieme, per esempio, alla cura dell'alimentazione e dell'attività che devono essere regolate anche in base alle esigenze piccolo che sta per arrivare. «Le donne in dolce attesa si preoccupano dei voli aerei o delle immersioni subacquee, ma a volte sottovalutano i pericoli della strada» afferma l'autore che poi ricorda che, secondo le statistiche, una donna in gravidanza su 50 andrà incontro prima o poi a un incidente automobilistico.

Ecco in dettaglio i risultati dello studio: nei tre anni precedenti la gravidanza le donne incluse nella ricerca erano rimaste coinvolte in 6.922 incidenti stradali (177 al mese), mentre durante il secondo trimestre di gravidanza, si erano verificati 757 incidenti con donne al volante (252 al mese).
«Siamo di fronte a un aumento del 42 per cento per gli incidenti gravi che richiedono le cure di Pronto soccorso» precisa Redelmeier.

La colpa è anche dei sintomi tipici dei mesi di attesa come nausea, affaticamento, insonnia e distrazione che possono contribuire in modo decisivo all'aumento del rischio. «Questi risultati non rappresentano certo una buona ragione per decidere di non avere figli o di non mettersi al volante per nove mesi, ma piuttosto sottolineano l'importanza di una guida sicura per mamma e nascituro» afferma il ricercatore.

Che fare dunque? Gli accorgimenti da seguire sono semplici e dovrebbero far parte delle abitudini di guida indipendentemente dall'eventuale gravidanza in corso: evitare la velocità eccessiva, segnalare sempre le svolte, tenere la destra, rispettare i segnali di stop, ridurre al minimo le distrazioni e allacciare sempre la cintura di sicurezza.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
Salute femminile
07 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
Omeopatia, fitoterapia e integratori, un aiuto per la sindrome premestruale
Salute femminile
19 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Omeopatia, fitoterapia e integratori, un aiuto per la sindrome premestruale
Prevenzione femminile, un ambulatorio mobile nelle piazze d’Italia
Salute femminile
08 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Prevenzione femminile, un ambulatorio mobile nelle piazze d’Italia
L'esperto risponde