Il calcio non fa male al cuore delle donne

10 giugno 2014
News

Il calcio non fa male al cuore delle donne



calcio


Da oggi le donne possono assumere calcio un po' più "a cuor leggero". Secondo i ricercatori del Brigham and women's hospital di Boston (Stati Uniti), infatti, utilizzare integratori a base di calcio non aumenta il rischio di attacco cardiaco o ictus nel gentil sesso.

«Uno studio ha mostrato che più del 60 per cento delle donne sopra i 60 anni utilizza integratori a base di calcio» afferma Julie Paik, autrice dello studio che ha analizzato i dati relativi a oltre 74.000 donne seguite in media per 24 anni. «Rispetto alle donne che non ne assumevano, quelle che assumevano più di un grammo di calcio al giorno non mostravano alcun aumento del rischio di attacco cardiaco o ictus» rassicura la ricercatrice, che poi precisa: «È importante comunque sottolineare che gli effetti dell'assunzione di integratori di calcio nelle donne non sono ancora del tutto chiari». Secondo alcuni esperti, assumere calcio attraverso questi integratori allo scopo di rinforzare le ossa potrebbe aumentare la calcificazione delle arterie e di conseguenza mettere a rischio la salute cardiovascolare, ma ci sono anche studi che, al contrario, parlano di un effetto protettivo del calcio sul cuore.

Che fare allora? Calcio sì o calcio no? «Lo studio pubblicato da Paik e colleghi sulla rivista Osteoporosis international non ci dice che il calcio previene i problemi cardiovascolari» afferma Mary Ann McLaughlin, direttrice del programma di salute cardiaca al Mount Sinai hospital di New York che poi dà un consiglio alle signore: «Prima di ricorrere agli integratori a base di calcio è meglio scegliere cibi ricchi di questo elemento». E anche Nieca Goldberg, professore associato di medicina del Nyu langone medical center di New York concorda con questa affermazione: «Le donne hanno bisogno di circa 1,2 grammi di calcio al giorno ed è meglio che questo calcio arrivi dai cibi che si portano in tavola, poiché ciò ci spinge anche a mangiare in modo più sano». Ed ecco quindi qualche esempio di cibi ricchi di calcio da mettere nel carrello della spesa: vegetali a foglia larga, broccoli, sardine, salmone e magari alcuni alimenti arricchiti in calcio, come cereali o succhi di frutta. Vanno bene anche latte e prodotti caseari come formaggio o yogurt, ma in questi casi bisogna fare attenzione a non esagerare con i grassi. Comunque, per non rischiare di sbagliare, è sempre meglio rivolgersi al proprio medico: «Ciascuna donna è unica e diversa dalle altre e dovrebbe sempre chiedere al medico se gli integratori a base di calcio sono per lei la scelta migliore» suggerisce Paik.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Salute femminile
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
Salute femminile
07 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
L'esperto risponde