Decalogo alimentare per la stagione calda

18 agosto 2014
News

Decalogo alimentare per la stagione calda



decalogo alimentare


In questa stagione il nostro corpo, non dovendo contrastare il freddo legato alle più basse temperature ambientali, necessita di minori calorie, mentre al contrario per la perdita di liquidi, in gran parte col sudore, ha bisogno di maggior quantità di sali minerali ed acqua.

Antonio Balzano, presidente dei gastroenterologi italiani avverte: «Con l'arrivo dell'estate, è fondamentale alimentarsi in maniera adeguata per ridurre al minimo disagi al nostro organismo e favorire una corretta digestione».

Altri consigli giungono da Gioacchino Leandro, presidente eletto dell'Associazione Italiana Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (Aigo) ed esperto di nutrizione dell'associazione: «È importante evitare diete dimagranti drastiche. L'alimentazione deve essere bilanciata: ogni pasto deve contenere carboidrati, proteine, fibre e vitamine e pochi grassi, soprattutto quelli saturi. È importante fare attività fisica regolare (almeno 3-5 volte alla settimana) di intensità moderata (camminata veloce, bicicletta, nuoto) per almeno 30-60 minuti».

Ma ecco il decalogo messo a punto dall'Aigo con le buone regole per prendersi cura di tutto l'organismo e dell'apparato digerente durante il periodo estivo, partendo da una sana e corretta alimentazione:

1. Ridurre i cibi ad alto contenuto calorico come grassi, zuccheri e carni rosse.

2. Privilegiare alimenti con maggiore contenuto di sali minerali, quali verdure di tutti i tipi e frutta fresca di stagione.

3. Cucinare in maniera adatta alla stagione è importante: è utile evitare cotture elaborate con presenza, per esempio, di panna o burro e le fritture.

4. Privilegiare cibi crudi quali ad esempio insalatone miste di verdure.

5. Evitare cibi la cui conservazione (congelati o surgelati) non sia sicuramente corretta: la contaminazione batterica è sempre in agguato.

6. Preferire il pesce alla carne: è molto più digeribile, soprattutto se lesso o alla brace.

7. Limitare il consumo di succhi di frutta industriali e bibite gassate: contengono quasi tutte additivi per la conservazione, talvolta coloranti e soprattutto una gran quantità di zuccheri.

8. Fare attenzione anche ai frullati: anche se di frutta, contengono abbondanti quantità di zuccheri e una grandissima quantità di aria.

9. Bere almeno 1,5 litri d'acqua al giorno: non contiene calorie ed è l'unico vero rimedio alla sete.

10. Mettere al bando alcoolici e superalcolici in genere: sono ipercalorici e aumentano il senso di calore e la sudorazione.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
L'esperto risponde