Mal di testa nel bambino: i 10 falsi miti da sfatare

22 maggio 2017
Focus

Mal di testa nel bambino: i 10 falsi miti da sfatare



Non è corretto parlare del mal di testa al singolare: esistono infatti molte varianti di mal di testa che possono essere legate a cause anche estremamente diverse tra di loro. «Si tratta di disturbi potenzialmente molto invalidanti che colpiscono circa 10 bambini e adolescenti su 100» spiegano gli esperti dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma.
Si comincia con la distinzione tra cefalea primaria, nella quale il dolore alla testa rappresenta la malattia, e cefalea secondaria, nella quale il ma di testa è uno dei sintomi di una malattia diversa, per esempio l'influenza. Tra i piccoli la forma di cefalea primaria più diffusa è l'emicrania che colpisce in Italia oltre l'8 per cento di bambini e ragazzi, spesso predisposti e con genitori o familiari che ne soffrono.

«Sull'origine e soprattutto su come affrontare e liberarsi del mal di testa c'è ancora confusione» afferma Massimiliano Valeriani, responsabile del Centro cefalee del Bambino Gesù, che assieme ai colleghi ha voluto sfatare alcuni falsi miti sul mal di testa in età pediatrica con decalogo ad hoc.
  1. RIGUARDA SOLO GLI ADULTI. Falso: può presentarsi anche nei primi mesi di vita. In Italia ne soffre circa un bambino/adolescente su 10.
  2. HA UN'ORIGINE SOLO PSICOLOGICA. Falso: la causa delle cefalee primarie è organica. I fattori psicologici possono però peggiorare intensità e frequenza degli attacchi.
  3. È SINTOMO DI DIFETTI DELLA VISTA. Falso: non ci sono legami diretti. L'esame del fondo oculare si esegue per rilevare l'ipertensione endocranica.
  4. È DOVUTO ALLA SINUSITE, PROVA L'AEROSOL. Falso: è impossibile nei bambini con meno di 8 anni perché i seni nasali non sono ancora sviluppati anatomicamente.
  5. NON SERVE LO SPECIALISTA. Falso: lo specialista in alcuni casi serve. Alcune forme di mal di testa non sono prive di rischi.
  6. ABÌTUATI AL DOLORE. Falso: le cefalee si devono curare per alleviare il fastidio e per ridurre il rischio di cronicizzare il dolore.
  7. PUOI CURARLO DA SOLO. Falso: le terapie vanno seguite sotto stretto controllo medico. Un abuso dei farmaci può condurre alla cronicizzazione del mal di testa.
  8. BASTANO GLI INTEGRATORI. Falso, gli integratori non servono: a oggi non ci sono prove sicure dell'efficacia dei preparati a base di erbe per la cura del mal di testa.
  9. UN FARMACO VALE L'ALTRO. Falso: i vari tipi di antidolorifici hanno effetti diversi. Il più usato è il paracetamolo ma il farmaco di prima scelta è l'ibuprofene.
  10. NON SI PUÒ PREVENIRE. Falso: l'aumento degli attacchi di mal di testa si può prevenire coi farmaci e talvolta solo con stili di vita corretti (no temperature estreme, ritmo sonno-veglia regolare, no stress).
Fonte: Ospedale pediatrico Bambino Gesù


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
L'esperto risponde