Cinque pasti al giorno

26 febbraio 2018
News

Cinque pasti al giorno



Alimentazione e attività fisica sono i due mantra del benessere contemporaneo. Certo, non rappresentano la panacea di tutti i mali, ma è dimostrato che mantenere il corpo in buona salute con i nostri comportamenti - che, ricordiamolo, dipendono solo da noi - contribuisce a ridurre l'insorgenza di molte patologie o ad affrontarle meglio.

Cinque pasti al giorno

Una delle regole fondamentali dell'alimentazione - oltre a mangiare alimenti sani e in quantità contenute - è quella di mangiare bilanciato nel corso della giornata. Accanto alla tipologia degli alimenti che deve essere varia (mix di proteine, verdure, carboidrati, grassi...), si deve fare attenzione anche alla loro distribuzione giornaliera. In particolare, ogni giorno dovremmo fare:

tre pasti principali: colazione, pranzo, cena
due spuntini: metà mattina, metà pomeriggio

Una distribuzione semplice che, tra gli altri vantaggi, ha anche quello di farci arrivare a tavola con meno fame e di produrre più energia costante per il nostro corpo. Evitando periodi di digiuno troppo lunghi nella giornata, il metabolismo è più attivo e ci permette di ingrassare meno o di mantenere il nostro peso forma.

Più pasti, non più calorie

Mangiare più spesso nel corso della giornata, non significa appesantire il nostro copro con maggiore quantità di calorie. L'apporto calorico deve rimanere invariato, piuttosto va diversamente distribuito nei cinque pasti. Un vecchio proverbio dice: "Colazione da Re, pranzo da Principe, cena da Povero". In questa saggezza popolare è racchiusa la quantità di calorie che dovremmo riservare ad ogni pasto. A fronte di un fabbisogno medio giornaliero di 2.000 calorie, ogni spuntino dovrebbe prevedere circa 150 calorie, la colazione 500, il pranzo 700, la cena 500.

Spuntino: cosa mangiare

Per ciascun spuntino, è bene privilegiare cibi leggeri che non superino le 150 calorie. Alcuni suggerimenti: un frutto, uno yogurt magro o alla frutta, frutta secca, 15 grammi di formaggio grana. Vanno sempre bene anche le verdure da mangiare crude. Evitare gli snack industriali già confezionati.

Carla De Meo



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde