Vitamine: assolutamente necessarie, ma senza esagerare

28 febbraio 2018
News

Vitamine: assolutamente necessarie, ma senza esagerare



Le vitamine sono sostanze organiche indispensabili per l'organismo: tanto per dire, mantengono le cellule in buona salute, concorrono al buon funzionamento dei nostri organi interni e del sistema nervoso, regolano il metabolismo, aumentano le difese immunitarie e anche se non apportano calorie, aiutano a trasformare gli altri nutrienti in energia.

Due grandi categorie

Di norma vengono differenziate, a seconda della loro solubilità, in liposolubili e idrosolubili. Alla prima categoria appartengono le vitamine A, D, E, K, che si sciolgono nei grassi e vengono immagazzinate nel fegato e nei tessuti adiposi per poi essere rimesse in circolo in caso di bisogno. Della seconda categoria fanno parte, invece, tutte quelle del gruppo B e la C, che si sciolgono facilmente in acqua e non tendono ad accumularsi nell'organismo.

Come vengono assimilate

Dato che la maggior parte delle vitamine non viene prodotta in quantità sufficiente dall'organismo, ecco che per coprirne i reali fabbisogni devono essere necessariamente introdotte attraverso l'alimentazione. Una dieta sana e il più possibile varia, cambiando cibo ogni giorno, è il modo migliore per ottenere il giusto quantitativo di queste sostanze vitali.

Quando servono gli integratori

Ci sono particolari situazioni della vita che richiedono un aumento del normale fabbisogno vitaminico. Una supplementazione può servire davvero durante tutti periodi della vita in cui l'organismo consuma vitamine a ritmo accelerato: come nella fase di crescita (sono molti i bambini - ma spesso anche gli adulti - che non consumano regolarmente frutta e verdura), negli anziani e nelle donne in gravidanza (una carenza di acido folico può portare a malformazioni anche gravi come la spina bifida). Ma le integrazioni possono essere necessarie anche a chi pratica sport (soprattutto se a livello intensivo) o a chi si sottopone a diete dimagranti troppo restrittive (soprattutto le adolescenti, che se non assumono vitamina D rischiano l'osteoporosi da adulte). I fumatori, invece, hanno bisogno di vitamina C, come anche i forti bevitori, che in più necessitano di B1, B6 e acido folico. In ogni caso, prima di assumere un integratore è sempre bene rivolgersi al proprio medico, che eventualmente saprà consigliare quello giusto e per quanto tempo assumerlo.

Attenzione a non abusarne

Ingurgitare dosi esagerate di vitamine è inutile, quando non addirittura tossico per l'organismo, tenuto conto anche che il fabbisogno quotidiano di ciascuna è assai limitato. Per ottenere sicuri benefici è quindi importante conoscere (e rispettare) le indicazioni dei livelli di assunzione raccomandati (Larn), in quale misura la nostra dieta ci fornisce la giusta riserva di questi nutrienti e in quali circostanze è utile fare uso di supplementi specifici.

Claudio Buono



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde