I 5 principali errori che commettiamo quando ci laviamo le mani

18 dicembre 2014
News

I 5 principali errori che commettiamo quando ci laviamo le mani



lavarsi le mani


I dati scioccanti arrivano da uno studio del 2013 del Journal of Envirommental Health: in quella ricerca si scopre che solo il 5 per cento del campione si lava le mani correttamente dopo aver usato il bagno. Mentre il 23 per cento non usa il sapone e, addirittura, il 10 per cento non si lava affatto le mani.

Partendo da questi risultati il sito americano Health.com prova ora a individuare i 5 principali errori che si commettono nel lavarsi le mani dopo avere usato il bagno:

1. Non lavarsi le mani dopo aver usato il bagno. È l'abitudine più pericolosa perché diffonde i propri germi, ma anche quelli che gli altri hanno lasciato, e che vengono "raccolti", dalla serratura della porta, dal pulsante dello sciacquone, e su tutte le altre superfici che vengono toccate. «La pelle forma una discreta barriera tra noi e i germi» dice Ailee Marty, professore alla Florida international university di Miami, «ma le mucose più superficiali come occhi, bocca, genitali sono molto più porose e capaci di catturare e trattenere i germi».

2. Non usare il sapone. Il suo utilizzo fa molto di più che dare un buon profumo alle mani: «Gli ingredienti chimici del sapone, infatti, uccidono i germi» dice il professore di epidemiologia Elaine Larson alla Columbia university mailman school of public health in New York, «e, per dare un consiglio, meglio usare il sapone liquido che la barretta perché è meno facile da contaminare».

3. Strofinare per poco tempo le mani. Il sapone da solo non risolve il problema se viene usato per un periodo sotto i 20 secondi. Serve più tempo, quello necessario per canticchiare Happy Birthday per un paio di volte. «Strofinare palmi, dorsi e tra le dita» dice Ailee Marty, che poi raccomanda di non dimenticare che molti batteri si annidano sotto le unghie. Altro luogo da lavare con attenzione.

4. Non asciugare le mani. Per asciugarsi è meglio usare gli asciugamani di carta. «Sarebbero buoni anche gli asciugamani ad aria» dice il Ailee Marty, «il problema è che nessuno li usa per il tempo necessario: il Cdc (Center for disease control and prevention) raccomanda almeno 30/45 secondi». «Ricordarsi sempre» - aggiunge Elaine Larson, «che le mani bagnate diffondono germi più facilmente di quelle asciutte». Inoltre un difetto degli asciugamani ad aria è che diffondono germi e batteri nell'ambiente.

5. Toccare oggetti in bagno dopo essersi lavati le mani. Attenzione a non toccare nulla dopo il lavaggio delle mani. Dopo tanti sforzi per avere le mani pulite dovete ricordare che il 10 per cento delle persone non si lava le mani dopo avere usato il bagno, il che significa che i loro germi sono ovunque. Quindi, raccomanda Ailee Marty, usate un asciugamano di carta per aprire e chiudere l'acqua e un altro ancora per asciugarvi le mani e un terzo per aprire la porta l'ultimo ostacolo dove incontrare i germi lasciati dagli altri.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde