Gli uomini selfie addict sono narcisi e antisociali

13 gennaio 2015
News

Gli uomini "selfie addict" sono narcisi e antisociali



selfie


Il gesto autocelebrativo di Francesco Totti, il capitano della Roma che ha festeggiato un gol nel derby con una selfie, porta alla ribalta gli uomini che si fanno troppi selfie, anzi uno studio sul loro profilo psicologico realizzato dai ricercatori della Ohio state university e pubblicato sul Journal personality and individual differences che afferma: sono egoisti e con tratti anti-sociali, spesso sono narcisi e possono presentare persino dei tratti psicopatici legati all'aggressività che possono sfociare in depressione e problemi alimentari.

Lo studio ha coinvolto 800 uomini tra i 18 e i 40 anni, ai quali è stato chiesto di compilare un questionario on line nel quale si esplorava con quale frequenza pubblicano loro foto sui profili Facebook o Instagram e quante volte modificano le immagini prima di pubblicarle. Secondo gli autori un uomo selfie-addicted, ovvero che ha una vera e propria mania per l'autoscatto, nasconde comportamenti narcisistici, anti-sociali, impulsivi e mancanza di empatia.
Nell'articolo gli scienziati scrivono: «Lo studio dimostra quanto la pubblicazione continua di selfie sia fonte di disturbi legati alla sfera psicologica che andrebbe assolutamente curato: la selfie-mania, infatti, produce grande vuoto interiore perché basata sull'apparenza, e può portare a patologie psichiche importanti come anoressia e disturbi ossessivi di controllo».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde