Una dieta sana per il bene dei polmoni

11 febbraio 2015
News

Una dieta sana per il bene dei polmoni



polmoni; dieta sana


Non solo malattie cardiovascolari e cancro. Con la giusta alimentazione anche alcune malattie polmonari croniche hanno meno probabilità di manifestarsi. Lo afferma dalle pagine della prestigiosa rivista British medical journal Raphaelle Varraso, del National institute of health and medical research di villejuif, in Francia, che assieme a colleghi francesi e d'oltre oceano ha valutato se e quanto l'alimentazione fosse in grado di influenzare anche la salute dei polmoni.

«Ci siamo concentrati in particolare sul rischio di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), un termine che racchiude in sé diverse malattie respiratorie come esempio l'enfisema e la bronchite, che bloccano il passaggio dell'aria e riducono l'apporto di ossigeno all'organismo» diceVarraso, precisando poi che la Bpco è la terza causa di morte negli Stati Uniti.

La principale causa della Bpco nel mondo occidentale è senza dubbio il fumo di sigaretta, ma circa un terzo delle persone che sviluppano la malattia non ha mai fumato. «Questo dato fa pensare che ci siano altri fattori coinvolti e quindi abbiamo pensato di analizzare il ruolo della dieta, tanto importante nella prevenzione di molte altre malattie croniche» dice Carlos Camargo, della Harvard school of public health di Boston, e coordinatore della ricerca.

Per arrivare ai risultati, i ricercatori hanno analizzato i dati relativi a oltre 120mila uomini e donne statunitensi, infermieri o professionisti in campo sanitario, ai quali è stato chiesto di compilare questionari sulle loro abitudini alimentari. «Al termine del periodo di studio la Bpco era stata diagnosticata in 723 donne e 167 uomini e la nostra analisi successiva, che teneva conto anche di fattori come l'età, l'abitudine al fumo, la razza, il sovrappeso e la sedentarietà, ha dimostrato che il rischio di Bpco era di un terzo più basso in chi seguiva un'alimentazione sana ricca di frutta, verdura e cereali integrali e povera di carne rossa, grassi animali, farine raffinate e bevande zuccherate e alcoliche» afferma l'esperto. «I dati ottenuti nello studio non dimostrano che la dieta sana è direttamente responsabile della riduzione del rischio di Bpco, ma di certo mettono in luce l'importanza di continuare le ricerche sull'argomento, che dovrebbero procedere di pari passo con gli sforzi per ridurre il fumo» conclude Varraso.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
L'esperto risponde